USA 2020: capire l’America in vista delle prossime elezioni presidenziali

di Redazione Libri Mondadori

USA 2020: libri a stelle e strisce per comprendere l'America

Novembre 2020: un mese che il mondo sta aspettando, decisivo per gli equilibri internazionali.
L'America eleggerà il suo nuovo presidente e le prossime elezioni si preannunciano terreno di una battaglia politico-mediatica molto accesa, specialmente dopo che la Camera degli Stati Uniti ha avviato ufficialmente la procedura di impeachment contro Donald Trump e dopo l’uccisione di Qassem Soleimani che rischia di generare effetti che si estenderanno ben oltre i confini iraniani.

Donald Trump, certamente uno dei presidenti più controversi della storia statunitense, ha già avviato la campagna elettorale per la sua rielezione al grido di Keep America great again.

Ci sono libri, recenti e passati, che possono aiutare a prepararci a USA 2020 con maggiore consapevolezza e soprattutto a capire l'America come un complesso atlante di storie, la risultante di forze che hanno agito nel tempo fino a fare degli Stati Uniti quello che è oggi: un continente contraddittorio del quale, chi guarda da fuori, ha spesso un'idea impastata di luoghi comuni più che di informazioni concrete.

Sono testi scritti da grandi scrittori, tra i quali i padri del romanzo americano, da giornalisti e saggisti che hanno vissuto o vivono la storia americana indagandone la politica, l'attualità, le culture.

Titoli che parlano dell'America di ieri, la terra del mito edificata su ideali di libertà, giustizia, democrazia; delle lotte interne e del potere; degli uomini e delle donne che hanno fatto la storia; delle rivoluzioni.

Per uno sguardo diretto al presente, arriva Questa è l'America, il nuovo libro di Francesco Costa, giornalista e vicedirettore del giornale online «il Post», tra i massimi esperti di attualità e politica americana. Un volume che riflette sulle trasformazioni e i problemi dell’America, quella vera, raccontandoci il doloroso ma inesorabile smarrimento di un paese speciale che diventa ogni giorno più normale.

Con La fine del secolo americano di George Packer, giornalista del «New Yorker», ci viene offerto invece un ritratto del secolo americano - quello che ha visto la guerra fredda, l’incubo della minaccia nucleare, la "politica del contenimento" e l’ossessione anticomunista, la Nuova Frontiera e il Watergate - attraverso Richard Holbrooke, diplomatico del dipartimento di Stato e ambasciatore presso le Nazioni Unite nel quale l'egemonia americana ha trovato la sua espressione più emblematica.

Una presidenza come nessun'altra di Philip Rucker e Carol Leonnig, vincitori del Premio Pulitzer, è il libro perfetto per capire la presidenza Trump, la più atipica, e forse la più rischiosa, che gli Stati Uniti abbiano mai avuto nella loro storia. 

La prospettiva di una Seconda Guerra Fredda USA-Cina è indagata da Federico Rampini nel suo ultimo libro, La seconda guerra fredda. Da anni, infatti, l'autore studia America e Cina per metterne a fuoco le trasformazioni, gli assetti e le sfide.

E per capire come siamo arrivati fin qui, la voce di Henry A. Kissinger, politico statunitense e Segretario di Stato degli Stati Uniti durante le presidenze Nixon e Ford, è sempre attuale.
Il suo Ordine mondiale rivisita momenti cruciali della storia mondiale del secondo dopoguerra per definire quale sarà il nuovo ordine mondiale e chi ne avrà la leadership.

Riflessioni: dove sta andando l'America?

Le penne dei grandi narratori di ieri e di oggi danno corpo a un'America reale o immaginata, patria di personaggi indimenticabili.

Registrano i suoni e le voci del Paese come fa John Dos Passos in U.S.A. LA TRILOGIA, un'opera multimediale che racchiude tutte le dimensioni del continente americano.

Ci portano on the road tra autostop, treni, bus Greyhound e vecchie auto, come fa Jack Kerouac, l'Omero della beat generation che nelle sue opere ha raccontato il Viaggio per eccellenza.

Ci mostrano le conseguenze del razzismo e della segregazione, con la testimonianza di storie vere quanto mai attuali, come fa Colson Whitehead nel suo toccante romanzo I ragazzi della Nickel.

Raccontano il vero volto del potere, come hanno fatto magistralmente James Ellroy e Tom Wolfe nei loro grandi classici americani American Tabloid e Il falò delle vanità.

Affrontano apertamente le contraddizioni e le ambiguità di un'epoca, come succede in quel superbo affresco dello spirito americano ai primi del Novecento che è Ragtime di E.L. Doctorow. Un libro che ha cambiato le regole del romanzo, una presa di posizione, un atto di opposizione. 

Grandi romanzi americani di ieri e di oggi

La poesia americana è imbevuta dell'anima della beat generation con Lawrence Ferlinghetti, poeta ed editore, che con i suoi Greatest Poems ci regala una raccolta che esprime tutta la vitalità intellettuale e creativa della sua epoca.
La realtà prende forma attraverso l'impegno civile, negli affreschi del quotidiano, nel racconto del mondo come sofferenza, impegno, meditazione.


La stessa energia espressiva si sente tra le pagine delle Poesie di guerra e di mare di Herman Melville (tradotte da Roberto Mussapi).
L'autore di Moby Dick rievoca le vicende storiche del suo Paese, si addentra nei campi di battaglia o negli scontri delle navi; si muove dal recitativo al canto, e con l’inesausta tensione di chi sa passare con naturalezza e arte da tinte forti, nette, fosche, che assorbono il lettore, alla dolcezza di chi osserva «le creature ridenti nel mattino». 


Un'altra voce chiave del secondo Novecento è quella di Mark Strand che si può apprezzare nel volume Tutte le poesie,
Un canto che ha influenzato un’intera generazione di poeti americani con la sua capacità di catturare la sottile musica della coscienza e di creare paesaggi di una fisicità quasi pittorica, emblemi di una condizione interiore. Ancora una volta l'America è paesaggio interno-esterno, una condizione di perenne divenire di cui la poesia può catturare l'essenza. 

L'America in poesia

Da Donald Trump a JFK, da Martin Luther King ad Al Capone: ci sono vite che come specchi riflettono le trasformazioni dell'America.
Biografie e saggi le raccontano e le indagano per capire come il singolo entra in quel caleidoscopico marchingegno che è la Storia. Narrazioni necessarie in vista di USA 2020. 


Tra le uscite più recenti, Il caso Richard Jewell di Kent Alexander e Kevin Salwen, la straordinaria storia di un uomo innocente, travolto da un processo mediatico senza precedenti, che ha ispirato il film di Clint Eastwood dal 16 gennaio nelle sale italiane.

Storie e vite d'America

Storie d'America... ma viste dell'Italia.
Tra i primi, Italo Calvino, che nella sua scoperta letteraria del Nuovo Continente ha condensato una ricerca di ideali, di libertà, di nuovi modelli civili.
Un ottimista in America è la prova di questo desiderio di conoscenza e di possesso totale di una realtà multiforme e complessa, di un vero e proprio innamoramento.


Matteo Cavezzali con il suo Nero d'inferno, invece, si mette sulle tracce di Mike Boda, l'immigrato italiano che il 16 settembre 1920 fece esplodere a Wall Street una bomba che uccise 38 persone ferendone 143.
L'attentato più terribile che l'America avesse conosciuto fino a quel momento, il primo con cui qualcuno ha cercato di arrivare al cuore di uno stato punendolo per le sue ingiustizie.

L'America vista da qui

USA 2020 è anche fumetti e graphic novel che danno forma alla storia americana.

John Lewis, uno dei leader del movimento per i diritti civili afroamericani, è la firma (insieme ad Andrew Aydin e Nate Powell) di March, un acclamato memoir in forma di graphic novel che racconta dall’interno la lunga, e a oggi incompiuta, marcia americana per l’uguaglianza. Ispirandosi al fumetto del 1958 Martin Luther King and the Montgomery Story, Lewis lega a doppio filo la battaglia civile alle sue vicende personali.

Black Monday, noir esoterico di Jonathan Hickman e Tomm Coker, racconta, invece, i grandi sommovimenti della finanza globale (dal crollo della borsa del 1929 alla crisi dei subprime del 2008). Una narrazione perturbante (firmata anche da Satana!)

L'America a fumetti

La poesia di Whitman e Dickinson, i romanzi di Roth e i racconti di Munro: le grandi voci d'America popolano anche i Meridiani Mondadori, biblioteca ideale di grandi letture che nel 2019 ha festeggiato i suoi 50 anni di storia.

Meridiani d'America

E, infine, una selezione di narrazioni adrenaliniche che ci portano sul campo insieme ai Navy SEAL degli Stati Uniti (American Sniper e Sniper Elite), tra ordigni nucleari che esplodono (Target America) e battaglie impossibili (Ghost Fleet).
Conflitti, non solo istituzionali, utili per capire l'America.

Missioni americane