Leonardo 500: consigli di lettura per celebrare il genio

di Redazione Libri Mondadori

Cinquecento anni fa Leonardo da Vinci, genio indiscusso del Rinascimento italiano moriva ad Ambois, Francia. 
Pittore, architetto, scultore, scienziato, anatomista, botanico, fu l'uomo di ingegno per eccellenza, capace di lasciare testimonianza immortale del suo talento in innumerevoli arti e discipline e ponendo le basi per la moderna conoscenza del mondo. Il 2019 è un anno interamente dedicato alla celebrazione della sua grandezza, con Leonardo 500, un palinsesto culturale di eventi e iniziative connesse a Leonardo e al cinquecentenario.

Oltre a essere un protagonista della Storia, Leonardo è al centro di libri che lo hanno ritratto nella sua dimensione più ufficiale e in quella più privata, che ne hanno raccontato le opere e le debolezze, che lo hanno esaltato da un lato come artista del suo tempo, dall'altro come uomo venuto dal futuro, capace di una lungimiranza senza precedenti. 


Tra questi c'è Ben Lewis che nel suo L'ultimo dipinto di Leonardo narra la storia del Salvator Mundi, un piccolo dipinto a olio che nel 2017 si è aggiudicato il titolo di opera d'arte più costosa al mondo. Cosa si cela dietro lo sguardo magnetico del Salvatore? L'autore risponde con un viaggio che parte dalla bottega di Leonardo e arriva ai giorni nostri, da Christie’s.

Tra i ritratti di più ampio respiro da leggere nell'anno di Leonardo 500, le biografie a firma di Walter IsaacsonSerge Bramly, o il saggio di Carlo Pedretti Leonardo & io, un'appassionante circumnavigazione dell’arcipelago biografico e artistico leonardesco. Mentre se siete alla ricerca di una prospettiva sul contesto storico in cui da Vinci visse c'è Carlo Maria Lomartire che con il suo Il Moro racconta una delle più potenti dinastie del Rinascimento italiano, gli Sforza.