Storie di diversity: i nostri consigli di lettura per l’estate

di Redazione Libri Mondadori

Unici, sfaccettati, diversi: siamo come siamo ed è meraviglioso


Di recente si parla e si scrive tanto di diversity. Grazie alle storie che leggiamo e ai film e alle serie che ci appassionano, possiamo imparare a esaltare le nostre differenze valorizzando la splendida unicità che è in ognuno di noi.
Per questa estate vi consigliamo una selezione di libri che hanno al centro la diversity in tutte le sue forme: di genere, razziale, culturale... Ci ricordano che è sempre importante essere noi stessi perché solo così possiamo arricchirci l'un l'altro.

Loretta Grace, con il suo Skin, racconta una storia che ci insegna delicatamente ad amare le nostre differenze e a non coprirle (neanche con un filo di trucco!); Cassandra Clare torna il 25 giugno con La mano scarlatta, il nuovo atteso capitolo della sua saga Shadowhunters che ha per protagonisti Magnus e Alec, due eroi innamorati pronti ancora a battersi per salvare il genere umano.

C'è il collettivo de La Buoncostume che con Millennials firma un romanzo manifesto della Generazione Y disegnando l'utopia di un mondo iperconnesso, iperdemocratico e gender fluid salvato dagli adolescenti; e ancora c'è Max Walker, il protagonista di Golden Boy di Abigail Tarttelin, che deve fare i conti con la sua identità intersex e con un oceano di domande a cui nessuno sembra dare risposte.

Con Uno di noi sta mentendo Karen M. McManus ci regala una storia che restituisce perfettamente la difficoltà di trovare un equilibrio tra il bisogno di essere accettati, di avere amici, essere amati, e l'intima necessità di essere noi stessi. Mentre Shi Yang Shi nel suo Cuore di seta racconta un'esperienza in Italia made in China, un viaggio verso una nuova cultura, nuove abitudini con l'anima divisa tra la voglia di rispettare la tradizione e la famiglia e il desiderio di realizzare i propri sogni.

Infine, c'è chi affronta la diversity con narrazioni forti che indagano la percezione della nostra natura, lo sviluppo del corpo, il modo in cui definiamo la sessualità. Non perdetevi allora Middlesex di Jeffrey Eugenides, la storia di Calliope Stephanides, una rara specie di ermafrodito che ha vissuto i primi anni della sua vita come bambina, per poi scoprire la sua doppia natura; oppure La lingua perduta delle gru di David Leavitt, un romanzo incentrato sul coming out e sulle crepe familiari che questo crea.
E se siete alla ricerca di altri consigli di lettura a tema pride, date un'occhiata al percorso di lettura Love is love su Rizzoli Libri.

Gridare al mondo chi siamo e i sentimenti che proviamo può rendere la nostra vita più autentica. Può renderci felici. Buone letture!