La storia di Palma Bucarelli diventa un docufilm

di Redazione Libri Mondadori

Il docufilm in onda il 16 settembre su Rai 3

Amata e odiata, adulata e criticata, conosciuta per la sua bellezza, il suo carisma e la sua anima anticonformista: a Palma Bucarelli è dedicato il secondo docu-film, diretto da Elisa Amoruso, del ciclo Illuminate, prodotto da Anele in collaborazione con Rai Cinema e in onda domenica 16 settembre alle 20.30 su Rai3.

Valentina Bellè veste i panni di una giovane reporter alla ricerca di alcuni libri misteriosamente scomparsi dal fondo Bucarelli: un’indagine che la porta a scoprire, incontro dopo incontro, la figura di Palma Bucarelli, prima direttrice donna di un museo pubblico in Italia, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea.

Palma Bucarelli

Ribelle, enigmatica e appassionata, ha saputo imporsi e affermarsi in un panorama all’epoca prevalentemente maschile, grazie anche alla sua preparazione, alla sua competenza, al suo fascino e al suo spirito rivoluzionario e controverso, che hanno fatto di lei una donna lontana da ogni stereotipo, capace di rivoluzionare con il suo operato l’ambiente artistico-culturale nell’Italia del Novecento.

Sullo sfondo dei luoghi che hanno accompagnato la vita di Palma – Palazzo Farnese, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, la sua amata Capri – Valentina Bellè ripercorre l’esistenza della famosa critica d’arte incontrando parenti, amici e colleghi che l’hanno conosciuta nei suoi lati sia professionali che umani. Tra questi, i nipoti Sirai Bucarelli e Angelo Bucarelli, le scrittrici Dacia Maraini, Camilla Baresani e Sandra Petrignani, gli storici dell’arte Philippe Daverio e Flavio Caroli, il curatore e critico d’arte Achille Bonito Oliva, i giornalisti Giuseppe Di Piazza e Giusy Ferrè e l’editore Stefano De Luca.

Regina di quadri

Palma Bucarelli è una vera "Regina di quadri" perché ha rivoluzionato il mondo dell’arte italiana del Novecento: in una società conservatrice e culturalmente arretrata, Palma non si perde mai d'animo, frequenta i più geniali e innovativi artisti italiani, allestisce mostre impensabili in quegli anni, porta dall'America Pollock e Rothko, influenza le commissioni della Biennale di Venezia.
Con l'occasione del docu-film del ciclo Illuminate Mondadori esce con una nuova edizione del libro scritto dalla storica e critica d'arte Rachele Ferrario, che ha firmato anche una nuova prefazione.

Regina di quadri

Rachele Ferrario

Donna di grande fascino e carattere, occhi color ghiaccio e capelli pettinati alla Greta Garbo, amante del bello in tutte le sue forme, dalle sublimi espressioni dell'arte, al design, all'alta sartoria, Palma Bucarelli ha attraversato il Novecento lasciando un'impronta indelebile nel panorama artistico italiano. Nominata nel 1933, a soli ventitré anni, ispettrice della Galleria Borghese, dimos...

Scopri di più

Dagli anni '30 agli anni '70

Scrivere un libro sulla vita di Palma Bucarelli significa ripercorrere non solo la storia dell'arte, anche quella della cultura e del costume italiani dagli anni Trenta alla metà dei Settanta, quando lei ha dovuto lasciare la direzione della sua creatura, "la mia istituzione", come chiamava la Galleria.

Rachele Ferrario

L'ispettrice Palma Bucarelli

«Roma, 1933, undicesimo anno dell’era fascista. Mussolini ha convocato tutti i soprintendenti d’Italia. Ma c’è qualcuno che in quest’occasione celebrativa non s’è voluto presentare: la più giovane tra gli invitati, la nuova ispettrice della Galleria Borghese, che ha appena vinto il concorso destando sensazione, e non solo per la sua bravura. I colleghi si guardano attorno sorpresi, in attesa di vederla comparire da un momento all’altro. Il suo non è un volto che passa inosservato.
L’ispettrice si chiama Palma Bucarelli, è una splendida ragazza di ventitré anni, elegante e quasi altera, dagli occhi color ghiaccio e la pelle pallidissima che ne accentua il fascino. Non la deve alla cipria ma alla malaria, contratta nelle valli di Comacchio, dove ha vissuto per un periodo da bambina a causa del lavoro del padre, Giuseppe Bucarelli, il futuro viceprefetto di Roma. Palma ha i capelli castano chiaro, un poco mossi sulla fronte. Li porta alla Greta Garbo, secondo la moda dell’epoca e anche assecondando una certa somiglianza con l’attrice. Non ama il duce, anche se lui è all’apice del suo potere e del suo carisma. Non condivide il suo rapporto con l’arte, benché plasmato da una raffinata musa ispiratrice come Margherita Sarfatti, né la sua pretesa di asservire gli artisti alla politica. E quindi non partecipa alla sua “adunata” di storici e burocrati

Dalla premessa di Regina di quadri, di Rachele Ferrario.

Palma Bucarelli

Se oggi potete ammirare le ninfee di Monet e il "Ritratto di Hanka Zborowska" di Modigliani, la "Composizione" di Mondrian, [...] i tagli di Fontana e i "Mobiles" di Calder [...] lo dobbiamo a lei. Se potete entrare alla Galleria nazionale d'arte moderna e visitare un museo conosciuto in tutto il mondo, è merito suo.

Rachele Ferrario, autrice di "Regina di quadri"

I nostri autori a Pordenonelegge 2018

Dal 19 al 23 settembre 2018 Pordenonelegge è la Festa del Libro con gli autori del Nord Est d’Italia e vanta…

Premio Campiello: "Le vite potenziali" di Targhetta

Premio Campiello Sabato 15 settembre alle 20,45 in diretta televisiva su Rai 5 da Venezia, si terrà la 56° edizione del…

La storia di Palma Bucarelli diventa un docufilm

Il docufilm in onda il 16 settembre su Rai 3 Amata e odiata, adulata e criticata, conosciuta per la sua…

I nostri autori a "Il Tempo delle Donne"

Dal 7 al 9 settembre a Milano Da un'idea di La 27esima Ora e in collaborazione con Io Donna, Valore…

I nostri autori al Festivaletteratura di Mantova

Dal 5 al 9 settembre Ogni anno dal 1997, Mantova è la sede del Festivaletteratura, uno degli appuntamenti culturali italiani…

I nostri autori al Festival della Comunicazione di Camogli

Festival della Comunicazione 2018 Da giovedì 6 a domenica 9 settembre si tiene nella bellissima cornice di Camogli, in Liguria,…

Crazy & Rich: una commedia sfavillante

Dal libro al film Photo by © Sanja BuckoDal bestseller internazionale Asiatici ricchi da pazzi di Kevin Kwan arriva al cinema il 15 agosto la…

Buon compleanno De Crescenzo!

"Sono stato fortunato" «Il lettore mi perdonerà se, a quasi novant'anni, sono ancora qui, ma chi intende prendersi la briga…

Shark - il primo squalo: un libro e un film

Con l'uscita del film, torna il bestseller che ha terrorizzato un'intera generazione Il più terribile predatore di tutti i tempi…

"Il Gioco" di D'Amicis nella finale del Premio Strega

Premio Strega 2018 La sera del 5 luglio a Roma presso il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia sarà trasmessa in diretta televisiva…

I nostri autori al Festival Collisioni 2018

Dal 29 giugno al 1 luglio a Barolo Saranno Elio e le Storie Tese -  venerdì 29 giugno - a inaugurare la…

Liane Moriarty e un barbecue colpevole

«Questa storia inizia con un barbecue» Il nuovo romanzo di Liane Moriarty comincia con un barbecue, una normale serata tra amici.…