Il nuovo thriller di John Grisham: “La grande truffa”

di Redazione Libri Mondadori

Articolo tratto da Mondadori Store Magazine di Gennaio 2018.
Scarica qui il pdf del Magazine

Il grande inganno delle scuole di Legge

Un piatto di alette di pollo e due pinte di birra chiara nel séparé di un pub. In sottofondo, chiacchiere di burocrati di medio livello di Washington alla fine del lavoro, con la cravatta allentata, un occhio al bicchiere e l'altro a un'azione di football in TV. Insieme al barbecue sotto i fuochi artificiali del 4 luglio, un quadretto di vita quotidiana "made in USA" che sembra uscito da una tavola di Norman Rockwell. Di certo, però, non il ritratto tipico di uno studio legale. Eppure è lì, tra i mogani e gli ottoni del Rooster Bar, che Mark, Todd e Zola, universitari indebitati fino al collo per pagare le rette salatissime della Foggy Bottom Law School, lanciano la loro guerra personale a un fraudolento sistema a scatole cinesi dove entrano in gioco mediocri diplomifici privati, società finanziarie specializzate nella concessione di prestiti facili agli studenti e loschi figuri come Hinds Rackley, ex avvocato di Wall Street riciclatosi come imprenditore, il cui motto è "privatizza i profitti e socializza le perdite". Ovvero, scampa alla bancarotta facendo pagare il debito ai contribuenti.

È il Great Law School Scan, il grande inganno delle scuole di Legge, il cuore del romanzo numero venticinque di John Grisham, The Rooster Bar, tradotto con il titolo La grande truffa

Guarda il booktrailer

La sfida di Davide (il giovane che si è iscritto a Legge per cambiare il mondo) a Golia (il cinismo del business che schiaccia tutto e tutti), l'attenzione all'aspetto procedural intrecciata ai temi di attualità (in primo luogo la questione migranti: Zola è una senegalese nata negli Stati Uniti la cui famiglia rischia il rimpatrio): se il nome di "Mr Legal Thriller" è legato a un genere, il suo talento sta nel sapere continuamente rinnovarlo. Giustizia sarà fatta?

Siamo in questo casino perché abbiamo visto l'opportunità di inseguire un sogno che non ci saremmo potuti permettere. Questo posto non è fatto per noi, ma ci hanno imbrogliato e convinto che ci aspettava una carriera redditizia. È tutta questione di marketing e di promesse. Lavoro, lavoro, lavoro. Posti di lavoro importanti e ben pagati. La realtà è che non esistono.

John Grisham, "La grande truffa"

La grande truffa

John Grisham

Gli studenti Mark, Todd e Zola si sono iscritti alla scuola di legge di Washington con le migliori intenzioni e il sogno di cambiare il mondo una volta ottenuta la sospirata laurea. Dopo essersi coperti di debiti per poter pagare le rette salatissime di una mediocre scuola privata, i tre amici si rendono conto di essere oggetto di una grande truffa. Il loro istituto, infatti, insieme a molti al...

Scopri di più

Scopri i nostri gialli e thriller