I nostri autori a Pordenonelegge 2019

di Redazione Libri Mondadori

Dal 18 al 22 settembre 2019

Pordenonelegge è la Festa del Libro con gli autori che ogni anno anima il Nord Est d’Italia. L'evento vanta importanti relazioni con altri festival, rassegne internazionali e premi prestigiosi (come per esempio il Premio Campiello), e gioca un interessante ruolo di palcoscenico per autori famosi e scrittori emergenti. Da mercoledì 18 a domenica 22 settembre la città friuliana si tinge di giallo per ospitare un programma ricchissimo che spazia dalla poesia all'attualità, dagli appuntamenti per le scuole all'arte e all'architettura

Pordenonelegge

Scopri tutti gli eventi Libri Mondadori
a Pordenonelegge 2019

Mercoledì 18 settembre 2019

La bufera e altro. Incontro con Ida Campeggiani e Niccolò Scaffai. Presenta Roberto Cescon - Spazio ItasIncontra, Piazza della Motta, ore 10.00 
Nei testi de La Bufera e altro, scritti fra il 1940 e il 1945, la dittatura, la guerra e l’insensatezza umana irrompono prepotentemente nella poesia montaliana, che tocca qui gli estremi esiti del classicismo moderno, unendo fisico e metafisico, alla ricerca di un tenue bagliore capace di salvare la memoria dell’universo sconvolto. Una nuova edizione critica di un libro indimenticabile del nostro Novecento.

Domare il drago, ovvero scrivere poesia. Laboratorio con Isabella Leardini - Convento di San Francesco, ore 10.00 (I turno) e ore 11.30 (II turno)
Domare il drago: conoscere se stessi scrivendo poesia. Con il potere della metafora la poesia dà forma ai non detti e riaccende la meraviglia originaria delle parole. Scrivere mette in atto un cambiamento profondo e trasforma il dolore in bellezza. Dal silenzio in cui la parola può
nascere, attraverso il mistero dell’ispirazione, fino al lavoro sul testo e alla ricerca della propria voce, Isabella Leardini indica un metodo e offre un punto di partenza per lavorare in classe. 

I libri raccontati il 18 settembre

Giovedì 19 settembre 2019

Via dalla pazza classe: educare per vivere. Incontro con Eraldo Affinati - Palazzo della Provincia, ore 10.00 
Cosa significa educare? Il difficile momento di trasformazione sociale e culturale che stiamo attraversando sembra impedire a genitori e insegnanti di rispondere a questa domanda. Si tratta tuttavia di una questione decisiva per provare a comprendere i tanti cambiamenti in corso.
Eraldo Affinati racconta la storia di una nuova esperienza didattica dove ci si guarda negli occhi, sedendo allo stesso tavolo, senza classi e senza voti, in una relazione d’amicizia e simpatia. 


Non è facile essere ebreo. L’ebraismo spiegato ai non ebrei. Incontro con Riccardo Calimani. Presenta Mirella Serri - Palazzo Montereale Mantica, ore 10.00
Calimani analizza l’inquietudine ebraica in Francia, Russia e Ungheria. Attraverso figure quali quelle di Émile Durkheim, Henri Bergson, ma anche Trotskij, gli scrittori russi Il’ja Erenburg e Vasilij Grossman o l’ungherese György Lukács, traccia una mappa della genialità e originalità ebraica nei cento anni che precedono la Shoah. Un libro che ha il grande merito di sfatare i tabù, senza innalzare muri né emettere condanne. 


L’impresa riformista. Lavoro, innovazione, benessere, inclusione. Incontro con Antonio Calabrò. Presenta Paolo Condotti - Palazzo Montereale Mantica, ore 12.00
L’impresa, strumento di crescita economica e di sviluppo, può anche essere luogo d’identità e di appartenenza. Una risorsa, in tempi di tensioni, rancori, ascensore sociale bloccato e disuguaglianze. La via è quella di una scelta di cultura d’impresa che vada oltre l’orizzonte del pur indispensabile “fare profitti” e leghi l’impegno a un sistema di valori d’innovazione positiva, attenzione ambientale, solidarietà, responsabilità sociale.


Ti rubo la vita. Incontro con Cinzia Leone. Presenta Antonio Calabrò - Auditorium Istituto Vendramini, ore 17.00
Ebree per forza, in fuga o a metà, Miriam, Giuditta ed Esther sono donne capaci di difendere la propria identità dalle scabrose insidie degli uomini e della Storia. Strappando i giorni alla ferocia dei tempi, imparano ad amare e a scegliere il proprio destino. Cinzia Leone ha
scritto un romanzo unico, generoso e appassionante, di alta qualità letteraria e innervato da un intreccio che fugge in volata. Un libro che riflette sulla storia, l’identità, la tolleranza.

Poesia e destino. Incontro con Milo De Angelis. Presenta Lorenzo Chiuchiù - La Libreria della Poesia, Palazzo Gregoris, ore 17.30
De Angelis racconta i temi della sua poesia: la tragedia, l’eroismo, l’adolescenza, il mito, il gesto atletico; il tono è furente, perentorio, imperativo. A distanza di più di trent’anni, l’autore si confronta con quelle pagine, ripensando cosa è rimasto di quelle istanze verticali e cosa invece è mutato.

“Vi scrivo dal paradiso”. Per una riscoperta di Federico Tavan. Incontro con Mauro Corona, Pier Gaspardo, Federica Guerra, Viviana Piccolo. Coordina Lisa Rizzo - Loggia del Municipio, ore 21.00
Le importanti voci di alcuni amici ed estimatori faranno risuonare la poesia di Federico Tavan, scritta soprattutto in quel friulano di Andreis, che ha sempre incarnato un osservatorio speciale sul mondo, facendo di quel borgo, talvolta sentito come una prigione, un piccolo compendio del proprio universo interiore. Un ritratto sentito e autentico di un poeta che merita sempre più di essere riconosciuto.

Le dannate
. Storia delle tre sorelle Napoli, che non si arrendono alla mafia. Incontro con Massimo Giletti. Presenta Roberto Papetti - Capitol, ore 21.00
La storia delle sorelle Napoli è un teatro del reale nel quale distinguere i personaggi buoni da quelli cattivi, i giusti dagli ingiusti, non è solo complicato, è del tutto inutile. Perché l’unico criterio che distingue le persone è un altro: chi ha il potere e chi non ce l’ha. Tutto si riduce alla battaglia, antica come il mondo, tra potenti e soggiogati. Una battaglia che queste tre donne hanno combattuto con fierezza e dignità. E che, alla fine, hanno vinto.

Perché finisce un amore. Incontro con Paolo Crepet e Alessandra Arachi. Presenta Valentina Gasparet - Spazio ItasIncontra, Piazza della Motta, ore 21.00
Come finisce una storia d’amore? E perché finisce così? Prima grandi frasi, grandi gesti, promesse d’amore, e poi all’improvviso più nulla, magari nemmeno una virgola di spiegazione. Paolo Crepet ci aiuta a capirlo in un libro scritto con Alessandra Arachi che raccoglie cinque storie di donne e uomini adulti che si amano e si lasciano. Un’analisi autentica e appassionata delle relazioni sentimentali ai tempi della quarta rivoluzione industriale.

I libri raccontati il 19 settembre

Venerdì 20 settembre 2019

La bussola delle emozioni. Incontro con Alberto Pellai e Barbara Tamborini. Presenta Cristina Bonadei - Auditorium della Regione, ore 11.00
Il nostro dentro è ciò che non sempre gli altri possono vedere. Eppure è la parte più vera e speciale. È ciò che definisce la nostra unicità, che va oltre l’immagine. È qualcosa che ci parla continuamente. Che ci inonda di pensieri, di emozioni. Tristezza, paura, sorpresa, disgusto, rabbia, felicità. Alberto Pellai e Barbara Tamborini ci presentano una guida rivolta ai preadolescenti per capire e riconoscere le proprie emozioni. Per provare a orientarsi nel caos di sentimenti, sogni, desideri.

Sotto la scure silenziosa. Frammenti dal De rerum natura di Lucrezio. Incontro con Milo De Angelis - Spazio ItasIncontra, Piazza della Motta, ore 11.30
Da sempre Lucrezio è autore caro a Milo De Angelis, che ha tradotto alcuni frammenti del De rerum natura già quasi vent’anni fa. In questa lezione egli restituirà con grande forza espressiva un poeta aspro e solitario, la cui opera è pervasa dal buio, dallo sgomento e dal mistero, entrando in particolare sintonia, per personale sentire e perché temi portanti della propria storia poetica, con l’angoscia, la morte, l’amore e la malattia.


Sindrome del distacco e tregua. Incontro con Maurizio Cucchi. Presentano Roberto Cescon e Giovanni Turra - La Libreria della Poesia, Palazzo Gregoris, ore 15.00
In questa nuova raccolta di Maurizio Cucchi l’atlante, fisico e interiore, tiene insieme epoche e luoghi lontani, dall’ucraina Pryp’jat’ all’amata Nizza e alla sua Milano. Lo sguardo compatto e frugale verso il mondo si avvale di modalità davvero sperimentali di scrittura: alla polifonia e drammaturgia metricoprosodiche, di cui Cucchi è maestro, si aggiungono qui stacchi in prosa tutti funzionali, oltre a due fotografie empatiche a un libro struggente e necessario.

La penisola che non c’è. Saggio sulle percezioni sfasate. Incontro con Nando Pagnoncelli. Presenta Ivano Liberati - Spazio Ascotrade, Parco Galvani, ore 15.00
Un’indagine condotta in 33 Paesi su un campione di oltre 25 mila individui consente di misurare le percezioni dei cittadini su aspetti sociali, demografici ed economici. Le discrepanze tra percezione e realtà consentono di creare un «indice di ignoranza» che classifica i Paesi in relazione allo scollamento tra percezione e realtà. E l’Italia questa volta vince, è il primo paese del mondo per credenza nelle cose sbagliate.

50 anni dei Meridiani: la poesia di Hölderlin. Incontro con Luigi Reitani e Maria Carolina Foi. Lettura di Tommaso Ragno - La Libreria della Poesia, Palazzo Gregoris, ore 18.00
Nel panorama europeo la lirica di Hölderlin, poeta della modernità, della lacerazione interiore, dell’“assenza”, occupa un posto centrale. Questo Meridiano raccoglie, in un’edizione innovativa dal punto di vista filologico, l’intera sua produzione poetica. Le traduzioni sono
nuove, e nuove sono anche la disposizione dei testi e la struttura delle sezioni, che rispettano i nuclei di poesie pubblicate insieme oppure vergate sullo stesso quaderno manoscritto.

La voce dei poeti - Loggia del Municipio, ore 21.00
Letture di Maurizio Cucchi, Milo De Angelis, Tommaso Giartosio, Cristiano Poletti, Fabio Pusterla e Stefano Simoncelli

I libri raccontati il 20 settembre

Sabato 21 settembre 2019

50 anni dei Meridiani: la poesia di Keats. Incontro con Nadia Fusini - Auditorium Istituto Vendramini, ore 10.00
Keats riversa nella sua poesia una straordinaria capacità di immaginazione, tra affanni e momenti di esaltazione. Arricchito dalla profonda curatela di Nadia Fusini, il Meridiano offre tutte le poesie dell’autore nella nuova versione poetica di Roberto Deidier, che affianca le già note traduzioni di Viola Papetti. Completa l’opera la più ampia selezione di lettere ad oggi pubblicata in Italia, scelta e tradotta da Nadia Fusini.

Morgana. Storie di ragazze che tua madre non approverebbe. Incontro Michela Murgia e Chiara Tagliaferri. Presenta Valentina Gasparet - Spazio Ascotrade, Parco Galvani, ore 15.30
Dieci storie di donne anticonformiste, scomode, spesso antipatiche, talentuosissime. Nel ciclo arturiano Morgana è la sorella potente e pericolosa del ben più rassicurante re della spada magica. Ed è la madrina ideale delle donne scelte in questo libro: da Vivienne Westwood a Moira Orfei. Con la speranza che ogni volta che la società ridefinisce i termini di accettabilità della libertà femminile, arrivi una Morgana a spostarli ancora e ancora. 

La mattina dopoIncontro con Mario Calabresi. Presenta Aldo Cazzullo - Spazio ItasIncontra, Piazza della Motta, ore 16.00
Quando si perde un genitore, un compagno, un figlio, un lavoro, una sfida decisiva, quando si commette un errore, quando si va in pensione o ci si trasferisce, c’è sempre una mattina dopo. Un senso di vuoto, una vertigine. Che ci prende quando ci accorgiamo che qualcosa o qualcuno che avevamo da anni, e pensavamo avremmo avuto per sempre, improvvisamente non c’è più. A questo momento, delicato e cruciale, Mario Calabresi dedica il suo nuovo libro, partendo dal proprio vissuto per poi aprirsi alle esperienze altrui

I libri raccontati il 21 settembre

Domenica 22 settembre 2019

La dolce ricompensa della scrittura. Conversazione con David Grossman. Presenta Marino Sinibaldi - Teatro Verdi, ore 11.00
Il mestiere dello scrittore è nella mente di tutti idealizzato nella forma dell’espressione migliore di se stessi e della soddisfazione per il risultato artistico. E gli intoppi, le esitazioni, gli sconforti? Anche questi sono idealizzati? Oppure sono dimenticati nel momento in cui l’opera è
realizzata? È una buona occasione per ascoltare che cosa succede a un grande scrittore quando compone i suoi libri.

Sentimento italiano. Storia, arte, natura di un popolo inimitabile. Incontro con Valerio Massimo Manfredi. Presenta Gian Mario Villalta - Piazza San Marco, ore 11.30
Si può ancora parlare di Spirito di un Popolo senza inciampare in goffi anacronismi? In particolare, è ancora possibile per noi italiani richiamare le meraviglie della nostra Storia, ammirarle di viva ammirazione perché orientino ancora il nostro presente e il futuro delle generazioni
a venire? Valerio Massimo Manfredi ci ricorda che essere italiani ci consente gioie inestimabili, ma al contempo ci impone una continua ridefinizione del nostro “sentimento italiano”.

Trump e Putin. La nuova geopolitica mondiale. Incontro con Gennaro Sangiuliano - Capitol, ore 12.00
Nel raccontare la vicenda personale e politica di Donald Trump e Vladimir Putin, senza sconti e pregiudizi, Sangiuliano raggiunge diversi obiettivi: mostrarci non solo le contraddizioni dell’America di oggi e le peculiarità sociopolitiche della Russia, ma anche come di fronte a sfide impegnative e drammatiche, il successo politico dipenda dalla capacità di riplasmare un’identità nella quale tanti cittadini si possano riconoscere.

L’arca dei suoni originari. Incontro con David Monacchi, Giovanni Onore e Richard Samson Odingo. Presenta Salvatore Giannella - Auditorium Istituto Vendramini, ore 15.30
David Monacchi è musicista, musicologo e uomo di pensiero che si è interrogato sulla natura dei suoni e sulla musica della natura. Salvare il canto delle foreste, la melodia delle acque e il respiro dei venti è forse ancora possibile. A Pordenonelegge Richard Samson Odingo e Giovanni Onore approfondiranno insieme con l’autore un tema di profonda suggestione: il progetto di creare un’arca immateriale che custodisca i suoni del mondo naturale.

Peccati immortali. Incontro con Aldo Cazzullo e Fabrizio Roncone - Piazza San Marco, ore 16.00
Roma si sta ancora svegliando quando il cardinale Aldobrandi viene ritrovato sul sedile posteriore di un’Audi nera. Incaricata di preparare il cadavere, Suor Remedios gli trova in tasca un cellulare: dentro, la cronaca fotografica dell’ultima, nient’affatto santa notte del prelato.
Purtroppo tra i partecipanti al festino fatale è facile riconoscere il capo di un movimento politico emergente. I due autori presentano il loro nuovo romanzo giallo.

Paesaggi, mente, poesia. Incontro con Maria Grazia Calandrone e Laura Pugno. Presenta Franca Mancinelli - Loggia del Municipio, ore 17.30
Due autrici di grande rilievo parleranno dei loro ultimi libri di poesia, Giardino della Gioia e L’alea. Con metro duttile e un’energia dirompente da sempre sanno rapportarsi al reale in modo reattivo, singolare e diretto, per offrire una testimonianza vitale sulla molteplicità aperta
in cui si realizza la sua esperienza.

Mi salvo da sola. Incontro con Rita Dalla Chiesa. Presenta Valentina Gasparet - Spazio ItasIncontra, Piazza della Motta, ore 17.30
Rita ha 34 anni quando suo padre, il generale Dalla Chiesa, viene assassinato dalla mafia. Mi salvo da sola inizia proprio dal racconto di quel dramma. Amore e dolore, felicità e perdita, successi e delusioni sono stati la costante altalena della sua vita. Rita rivive tutto, sia i
momenti difficili sia quelli felici accanto a Fabrizio Frizzi, l’altro uomo importante della sua vita. Un racconto che unisce sensibilità e passione, tenerezza e rabbia, commozione e autoironia.

L’oceano di mezzo. Un viaggio lungo 24.539 miglia. Incontro con Federico Rampini - Spazio ItasIncontra, Piazza della Motta, ore 19.00
Le austere memorie di Genova, le atmosfere nordiche di Bruxelles e le sorprese di Parigi, l’iniziazione all’Oriente in Indonesia, poi verso Ovest a respirare l’aria decadente di New York, i bambini del Sichuan, le case a fior d’acqua del Kerala, le sorgenti del Nilo... tre oceani e quattro continenti. Federico Rampini ci racconta grande storia e vita quotidiana di tanti luoghi e personaggi indimenticabili. E forse qualche lezione appresa.

Il passo del vento. Sillabario alpino. Incontro con Mauro Corona e Matteo Righetto - Spazio Ascotrade, Parco Galvani, ore 19.00
Dalla parola “Alba” alla parola “Zuppa”, un viaggio in montagna, per quello che è e per quello che rappresenta, attingendo a un ricchissimo tesoro di esperienze personali, condensate in epigrammi fulminanti e brevi racconti lirici, descrizioni di paesaggi naturali di bellezza inesprimibile. Dalla descrizione degli eventi alla riflessione sul loro significato: un sillabario per comprendere la natura e le parole che la vivono.

Luna. Cronaca e retroscena delle missioni che hanno cambiato per sempre i sogni dell’uomo. Incontro con Bruno Vespa. Presenta Antonio Riccardi - Teatro Verdi, ore 21.00
Bruno Vespa con Luna ci riporta al 20 luglio 1969, giorno cruciale nella storia dell’umanità, ma non si ferma tuttavia alla memorabile missione di Apollo 11. Spiega perché, nonostante i sovietici fossero molto più avanti degli americani, furono sconfitti. Perché la conquista di Marte, sia stata rinviata di molti decenni. E perché la nostra Samantha Cristoforetti stia studiando il cinese, visto che i prossimi protagonisti dello Spazio verranno dal Paese di Xi Jinping.

I libri raccontati il 22 settembre