Un Green New Deal globale

Un Green New Deal globale

Una nuova visione sul futuro dell’umanità sta rapidamente guadagnando slancio. Di fronte a un’emergenza climatica planetaria, una giovane generazione sta promuovendo un dibattito sull’ipotesi di un Green New Deal e dettando il programma di un audace movimento politico capace di rivoluzionare la società. Sono i Millennial a farsi carico del problema del cambiamento climatico.

Se il Green New Deal è diventato un tema fondamentale nella sfera politica, nel mondo delle imprese sta emergendo un movimento parallelo che nei prossimi anni scuoterà le fondamenta dell’economia globale. Settori chiave dell’economia si stanno prontamente sganciando dai combustibili fossili a favore dell’energia solare ed eolica, più a buon mercato e accompagnate da nuove opportunità di business e occupazione. Nuovi studi stanno suonando l’allarme: migliaia di miliardi di dollari in combustibili fossili per i quali non esiste più un mercato potrebbero creare una bolla suscettibile di scoppiare entro il 2028, provocando il crollo della civiltà dei combustibili fossili. Il mercato sta parlando e i governi, se vogliono sopravvivere e prosperare, dovranno adattarsi.

In questo libro Jeremy Rifkin, autore bestseller del «New York Times» e famoso teorico dell’economia, espone il pensiero politico e il piano economico per il Green New Deal di cui abbiamo bisogno in questo momento critico. La convergenza fra la bolla dei combustibili fossili fuori mercato e una visione politica verde apre la possibilità di un passaggio a un’era ecologica post carbonio, in tempo per prevenire l’aumento della temperatura che ci farebbe superare il limite oltre il quale tornare indietro diverrebbe impossibile. Con venticinque anni di esperienza nel promuovere cambiamenti simili a questo nell’Unione europea e nella Repubblica popolare cinese, Rifkin presenta la sua visione su come rivoluzionare l’economia globale e salvare la vita sulla Terra.

Recensioni

“Per Rifkin la sostenibilità ambientale è il volano. Abbiamo poco tempo (11 anni!) per evitare l’estinzione di massa. Del New Deal del titolo pare evidente il richiamo al programma che l’allora presidente F.D.Roosevelt mise in atto negli anni 30 per uscire dalla grande depressione: «Oggi c’è un nuovo senso di habitat che comprende tutti gli organismi e le specie, è qui che si instaura un nuovo modo di intendere la società su basi di motilità e mobilità, una membrana semi-permeabile a base empatica: del resto, ri-narrare i processi fa parte dell’uomo».”

Mauro Garofalo, Il Sole 24 ORE,

Jeremy Rifkin

Uno dei più brillanti pensatori del nostro tempo, consigliere della leadership dell'Unione Europea, della Repubblica Popolare Cinese e anche di molti altri leader mondiali. Tiene inoltre lezioni alla Warthon School dell'Università di Pennsylvania sul rapporto fra l'evoluzione della scienza e della tecnologia e lo sviluppo economico, l'ambiente e la cultura.


Leggi l'approfondimento e le interviste

Un Green New Deal contro il climate change: il nuovo libro di Jeremy Rifkin

Mentre il Green New Deal imperversa nella sfera politica, in quella imprenditoriale emerge un movimento parallelo che scuoterà le basi dell’economia globale. Settori chiave quali telecomunicazioni, energia, trasporti, logistica, edilizia, stanno rapidamente uscendo dai fossili a favore di energie rinnovabili sempre più economiche, pulite e ecologiche, e di processi di circolarità e resilienza, elementi fondamentali di una società ecologica. I costi degli impianti solari ed eolici sono in caduta libera e sono ormai inferiori ai costi di energia nucleare, petrolio, carbone e gas naturale, divenuti antieconomici. Nuovi studi avvertono che migliaia di miliardi di dollari sono bloccati nei fossili e si potrebbe creare una bolla che potrebbe scoppiare entro il 2028, causando il crollo della civiltà dei fossili. Gli “stranded asset” sono i combustibili fossili che rimarranno nel sottosuolo a causa della caduta della domanda e dell’abbandono delle relative infrastrutture. Paesi dipendenti dai fossili come l’Italia saranno presi fra due fuochi: il crollo del prezzo delle rinnovabili da una parte e gli stranded asset fossili dall’altra. Il mercato detta legge e i governi di tutto il mondo dovranno adattarsi rapidamente se vogliono sopravvivere e prosperare.

(Jeremy Rifkin su La Repubblica)

Stiamo assistendo a una nuova sensibilità ecologica in cui per la prima volta sono i giovani di tutto il pianeta a manifestare insieme. Qual è il suo giudizio?
Con i Fridays for future abbiamo visto milioni di giovani scendere nelle strade per chiedere un’azione immediata per contrastare i cambiamenti climatici. Io credo che non sia una delle tante forme di protesta a cui abbiamo assistito in passato. Questa è la prima rivolta planetaria nella quale una generazione si è percepita come un’unica specie, e per di più in via di estinzione. Che la sesta estinzione di massa sia dietro l’angolo lo dicono gli scienziati. Nel giro di ottant’anni perderemo oltre metà delle specie viventi che conosciamo. Dobbiamo ripensare alla nostra relazione con il pianeta e va fatto subito: secondo l’IPCC, l’organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici, abbiamo solo 12 anni per mettere in atto una reazione.

(Jeremy Rifkin intervistato da Antonio Buozzi su Avvenire)

 Nel suo ultimo saggio la profezia è il crollo della civiltà della plastica e dei combustibili fossili entro il 2028. Lei sostiene che il mondo è in emergenza.
“Lo dice la comunità scientifica, la meteorologia, gli eventi climatici che stanno devastando il pianeta, il grande movimento globale Fridays for Future che per la prima volta nella storia manifesta per la salvezza degli uomini, della biosfera, dell’ecosistema e per i nostri amici animali. Bombe d’acqua, tifoni, uragani, inondazioni, siamo sull’orlo di eventi climatici sempre più violenti. Dal Giappone all’Africa le anomalie si susseguono, persino la California, la quarta area più ricca del pianeta, non riesce a farvi fronte. Per due secoli abbiamo pensato che la rivoluzione dell’oro nero e della plastica fosse infinita. Invece il petrolio ci sta portando all’estinzione.”

(Jeremy Rifkin intervistato da Francesco Anfossi su Famiglia Cristiana)

Libri dello stesso genere

Parigi-Hammamet: Giancarlo Lehner racconta il romanzo inedito di Bettino Craxi

Bettino Craxi affida alla narrativa di genere il racconto della sua esperienza politica e umana Nel ventesimo anniversario della scomparsa…

Donald Trump. Un libro per capire una presidenza come nessun'altra

Un libro che racconta senza filtri la presidenza di Donald Trump La più atipica che gli Stati Uniti abbiano mai…

La Piccola Farmacia Letteraria: Elena Molini racconta il suo nuovo romanzo

La Piccola farmacia letteraria: un luogo in cui curarsi con i libri, una storia di sogni e di coraggio Inizialmente…

Il Fantastico di Libri Mondadori nel 2020: ne leggeremo delle belle

Amanti delle narrazioni fantastiche a raccolta: il 2020 sarà un anno perfetto di grandi arrivi in libreria per voi. Il…

Tre donne di Lisa Taddeo: una potente narrazione sul desiderio femminile

L'acclamato Tre donne di Lisa Taddeo in Italia a febbraio 2020 per Mondadori e presto anche serie TV Il desiderio…

ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione

ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione a 1.800 bambine e bambini in…

Voce all'autore: la scrittura di Nora Venturini tra gialli, teatro e televisione

Gialli, sceneggiature, Roma e una tassista detective: entra nel mondo di Nora Venturini La scrittura di Nora Venturini si muove…

Voce all'autore: gli anni di piombo nel nuovo giallo di Piero Colaprico

Uno psichiatra ucciso, la Milano da bere, gli anni di piombo. Piero Colaprico ha scritto un nuovo giallo. Si intitola Anello di…

Oroscopo 2020: leggere le stelle con Branko e Simon & the Stars

Oroscopo 2020: leggi il nuovo anno tra le stelle Come sarà il 2020?  Si avvicina quel momento dell'anno in cui…

Voce all'autore: Dario Crapanzano racconta Il furto della Divina Commedia

Chi ha rubato la Divina Commedia? Tutto ruota attorno a un libro, nel nuovo romanzo giallo di Dario Crapanzano, ultimo…

Il ritorno all'Antica Roma di Valerio Massimo Manfredi

Avanzava nella steppa numidica una carovana scortata da venti soldati a cavallo in tenuta leggera e altrettanti legionari che avevano…

Voce all'autore: Giancarlo De Cataldo racconta Quasi per caso

Giancarlo De Cataldo e l'amore per il giallo storico Giancarlo De Cataldo è tornato con un nuovo giallo: Quasi per…

Un Green New Deal globale

Jeremy Rifkin

Un Green New Deal globale

Genere: Politica e Attualità
ISBN: 9788804717409
300 pagine
Prezzo: € 22,00
Formato: Cartaceo
In vendita da: 15 ottobre 2019

Disponibile su:

Genere: Politica e Attualità
ISBN: 9788852097850
300 pagine
Prezzo: € 10,99
Formato: Ebook
In vendita da: 15 ottobre 2019

Disponibile su: