Nutrire il cervello

Nutrire il cervello

Autorevoli studi scientifici hanno da tempo appurato che nell’insorgenza di numerose malattie neurodegenerative, come la demenza precoce o senile, il ruolo della genetica è assai meno significativo di quanto si pensasse: per la grande maggioranza della popolazione, infatti, molto più rilevanti come fattori di rischio sono svariate patologie e lo stile di vita, comprese quindi le abitudini alimentari. Ma se il benefico effetto di una corretta alimentazione sullo stato di salute psicofisica generale è ormai un dato acquisito, ancora poco noti sono i suoi specifici influssi sull’attività cerebrale.

Per colmare tale lacuna, la neuroscienziata e nutrizionista Lisa Mosconi ha elaborato i risultati delle più recenti ricerche nel campo della prevenzione dell’Alzheimer, giungendo a sfatare molti luoghi comuni sui cibi che fanno bene (o male) al cervello e a proporre un percorso alimentare innovativo che, oltre a migliorare le performance cognitive, riduce il rischio di cardiopatie, diabete e disfunzioni metaboliche.

In un linguaggio semplice ed empatico, l’autrice espone le tre «mosse» vincenti per massimizzare l’energia cerebrale e ritardare il più possibile il deterioramento delle facoltà cognitive: 1) capire di quali nutrienti necessitano le cellule cerebrali, 2) scoprire quali cibi ne contengano la maggiore quantità e 3) osservare alcune raccomandazioni elementari. E se anche in questa dieta ad hoc per il cervello sono presenti ovviamente divieti e limitazioni, non mancano le piacevoli sorprese, come l’opportunità di esplorare nuove combinazioni di sapori grazie a una serie di ricette che spiegano come cucinare piatti gustosi e leggeri, o il ricchissimo test, articolato in 80 domande, che consente a ogni lettore di verificare quanto il proprio stile alimentare sia lontano da quello ideale e prendere i dovuti provvedimenti. Perché, una volta resi consapevoli da queste pagine dell’importanza della posta in gioco – potenziare le capacità mentali nel lungo periodo, minimizzare i vuoti di memoria, prevenire il declino cognitivo, ridurre il rischio di Alzheimer -, le rinunce a tavola non verranno vissute come dolorosi sacrifici, ma come uno dei modi più concreti e adulti di volersi bene.

Lisa Mosconi

Lisa Mosconi, PhD, Integrative Nutritionist and Health Coach, è vicedirettrice della Clinica per la prevenzione dell'Alzheimer presso il Weill Cornell Medical College/NewYork-Presbyterian Hospital, dove svolge anche il ruolo di professoressa associata di Neuroscienze e Neurologia. In passato, ha fondato e diretto il Laboratorio per la nutrizione e il benessere del cervello alla School of Medicine della New York University, ed è stata membro di facoltà presso il dipartimento di Psichiatria della New York University, dove ha diretto il programma di ricerca sulla familiarità del morbo di Alzheimer. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Neuroscienze e Medicina nucleare all'università di Firenze, ed è una professionista certificata nel campo della nutrizione integrata e della medicina olistica. È nota per le sue ricerche sulla diagnosi precoce del morbo di Alzheimer e studia la possibilità di attenuare e prevenire la perdita della memoria tramite modifiche allo stile di vita che coinvolgano la dieta e l'allenamento fisico e intellettuale.


Libri dello stesso genere

Primavera: i libri per il tuo benessere

7 libri per stare meglio Salute, medicina alternativa, diete, omeopatia, esercizio fisico, uno stile di vita sano sono legati, oggi,…

Nutrire il cervello

Lisa Mosconi

Nutrire il cervello

Genere: Benessere, Cucina e Self help
ISBN: 9788804687207
352 pagine
Prezzo: € 19,00
Formato: 14,0 x 21,5 - Cartonato con sovraccoperta
In vendita da: 3 aprile 2018

Disponibile su:

Genere: Benessere, Cucina e Self help
ISBN: 9788852086328
352 pagine
Prezzo: € 9,99
Formato: Ebook
In vendita da: 3 aprile 2018

Disponibile su: