Notturno salentino

Notturno salentino

Una masseria in Salento, una festa, estate. Una Puglia arsa dal sole, meravigliosa e impenetrabile, colonizzata da ricchi milanesi e romani e dalle loro case di villeggiatura, abitata da personaggi astuti e imprevedibili. La tenuta accanto a quella in cui si svolge la festa è appena stata comprata da Livia, che ha poco più di quarant’anni, due figli piccoli, Marta e Tito, e un compagno, Boris, che l’ha lasciata per l’ennesima volta sola, per un viaggio di lavoro. Con lei si sono trasferite due donne, per aiutarla durante la vacanza a badare ai bambini e a sistemare la nuova casa: Cynthia, una conturbante e sensuale ragazza nigeriana, e la polacca Klara, una giovane intransigente e nevrotica.

Livia conosce Brando, un misterioso e affascinante signore più grande di lei, che pare non avere altro scopo al mondo se non sedurla. Per gioco e per vendetta, decide di uscire con lui.

L’indomani, in un pozzo in fondo al giardino della tenuta, Livia trova il corpo senza vita di Antonio Locandido, un fabbro salentino giovane e sfacciato che ha avuto l’ardire di flirtare con entrambe le ragazze che lavorano per lei. E tutto inizia a precipitare.

In un girotondo di turbamenti e bugie, menzogne e omissioni, Livia, che si trova a essere tra i sospettati della polizia, cerca di mettere ordine nella realtà e fare i conti con se stessa, mentre l’indagine intorno alla morte di Antonio si infittisce.

In un crescendo di tensione, Notturno salentino può essere letto come un thriller hitchcockiano in cui una donna vede la propria vita sconvolta e messa sottosopra da un evento imprevisto e molti enigmi, ma anche come un affresco che indaga l’animo umano e la complessità dei rapporti che legano una famiglia, finiti i primi ardori dell’amore, quando la routine quotidiana comincia a presentare il conto.

Uno splendido romanzo che ricorda grandi successi internazionali come Gone Girl e La ragazza del treno, in una sintesi originale e raffinata, impreziosita dalla magnifica ambientazione salentina.

Recensioni

“"Notturno salentino" è un romanzo di qualità che accoglie i suggerimenti della cronaca ma che, insieme al thriller d'intrattenimento, regala un'indagine dell'animo umano che riguarda tutti noi.”

Silvana Mazzocchi, "La Repubblica",

“Federica De Paolis conosce gli angoli non in luce. Ama i contrasti, i desideri inconfessabili e i punti ciechi in cui a debita distanza da ciò che è prevedibile la storia impasta la propria trama con presente e memoria, ricordi che affiorano e deduzioni improvvise che, d'un tratto, disvelano uno scenario che nessuno avrebbe immaginato. ”

Malcom Pagani, "Vanity Fair",

““Notturno Salentino” di Federica De Paolis, è un romanzo che parla di sentimenti, rimorsi, rancori e non detti all’interno di una coppia, con la trama avvincente di un thriller. Molto, molto bello!”

Massimo Gramellini, Twitter,

“Un romanzo, un giallo, un noir, un thriller psicologico, e oltre. “Notturno salentino”, è un libro che si legge tutto d’un fiato e al tempo stesso si centellina a ogni virgola, per la voglia di fermarsi a “rivedere” le immagini impresse nelle pagine. ”

Luisa Mosello, ilmessaggero.it,

“La prima in Italia a far parte, volente o nolente, di questa nuova generazione, è Federica De Paolis, che in «Notturno salentino» (Mondadori) ha trovato un difficilissimo equilibrio tra prosa letteraria e thriller.”

Chiara Barzini, vanityfair.it,

“Notturno salentino di Federica De Paolis, un romanzo dove grazia e intelligenza ti portano a esplorare le dinamiche familiari e il giallo resta sullo sfondo.”

Simona Sparaco, "Donna Moderna",

“Un romanzo avvolgente e straordinariamente vivido, che prende tutti e cinque i sensi del lettore e se li porta in giro per 264 pagine.”

Benedetta Ferrucci, "Mangialibri",

“Federica De Paolis domina con maturità introspettiva e sguardo attuale le relazioni umane e la materia investigativa e regala al thriller una veritiera dimensione psicologica.”

Giusy Giulianini, "Milano nera",

“Un romanzo che si legge come guardando un film. Un’opera matura, costruita con garbo e dove il mistero e il giallo sembrano solo orpelli aggiunti per far gustare al lettore una trama ricca di colpi di scena, sorprese inaspettate e risvolti inquietanti. ”

Antonia del Sambro, "La Bottega del giallo",

Federica De Paolis

Federica De Paolis è nata a Roma nel 1971. Dialoghista cinematografica, ha pubblicato per Fazi Lasciami andare (2006) e Via di qui (2008). Per Bompiani, Ti ascolto (2011) e Rewind (2014). Per la NEO Edizioni ha curato l'antologia Pensiero Madre (2016). I suoi libri sono tradotti in diverse lingue.


Libri dello stesso genere

I libri per l'estate: metti un thriller in valigia

Per un'estate da brivido Ancora non avete pensato a quale libro mettere in valigia? I thriller, i gialli, i noir…

Paese che vai romanzo che trovi: i libri per l'estate

10 storie da mettere in valigia Estate non è estate se non metti in valigia (almeno) un libro. Il detto…

10 libri per la Festa della Mamma

La Festa della Mamma ha origini in antichi culti della fertilità, e in molte parti del mondo si festeggia in diversi…

Notturno salentino

Federica De Paolis

Notturno salentino

Genere: Gialli e Thriller
ISBN: 9788804686125
264 pagine
Prezzo: € 18,00
Formato: 14,0 x 21,5 - Brossura con alette
In vendita da: 24 aprile 2018

Disponibile su:

Genere: Gialli e Thriller
ISBN: 9788852086786
264 pagine
Prezzo: € 9,99
Formato: Ebook
In vendita da: 24 aprile 2018

Disponibile su: