Non avere paura di cadere

Non avere paura di cadere

«Memori delle tirannie che l’avevano mortificata, nella seconda metà del Novecento abbiamo amato il carattere esaltante della libertà come liberazione da ogni catena. Ma ora che finalmente abbiamo raggiunto tale condizione, nuove ombre si allungano attorno e dentro di noi.» A cinquant’anni dalla «primavera in cui le strade e le piazze del nostro paese risuonarono del vibrante grido di libertà», quel concetto delicato e prezioso, coltivato dalla generazione dei baby boomer, è a rischio di collasso. La sempre maggiore richiesta di sicurezza, la ricerca di qualcuno o qualcosa in grado di restituire un po’ di ordine rischiano oggi più che mai di farci sacrificare la tanto agognata libertà e di indebolire le basi di solidarietà, tolleranza e fratellanza su cui la nostra società si fonda.

Avremmo bisogno, sostiene Mauro Magatti, di una libertà che sappia essere responsabile, una libertà capace di indignazione, dedizione, affezione, in grado di non rinchiudersi nella consolazione di un godimento solipsistico ma di creare nuovi legami, una libertà che sappia ricostituire luoghi e processi di produzione di senso collettivo. E poiché la libertà va allenata, individualmente e collettivamente, ecco allora cinque «movimenti» che, come una ginnastica, possono aiutarci a sbloccare ciò che si sta intorpidendo. Primo: dire no, opporsi, resistere, dissentire. Secondo: coltivare lo spirito di iniziativa. Terzo: farsi ingaggiare, senza farsi imprigionare. Quarto: lasciare andare. Quinto: far circolare la libertà.

Perché la libertà è una sfida, eccitante, complessa, quotidiana, che non riguarda mai solo l’individuo, ma ogni relazione che prende forma negli ordini sociali, culturali e politici. È un delicato equilibrio che, come acrobati su un filo sottile, possiamo raggiungere solo mettendo da parte la paura di cadere.

«Non avere paura di cadere quindi, non perché si possa riuscire a non cadere mai, ma perché la caduta è parte integrante dell’esercizio della libertà, meraviglioso e sempre imperfetto, che richiede allo stesso tempo coraggio e accortezza, solitudine e, insieme, solidarietà.»

Recensioni

“A differenza di altri saggi, Magatti non si limita ad additare il male, ha il coraggio di indicare anche possibili rimedi riassumendoli in “cinque movimenti”. Uno di questi — ed è la ragione per la quale ne parlo in una rubrica dedicata alla scuola — è proprio la circolazione, la trasmissione della cultura, giustamente posta come premessa di ogni libertà.”

Corrado Augias, la Repubblica,

“E lo ribadisce Magatti; essere liberi richiede un continuo esercizio vitale: la libertà va allenata, individualmente e collettivamente. E siccome a dire cosa non va siamo tutti capaci mentre a dire cosa fare un po' meno, l'a u t o re propone concretamente cinque strade, cinque «movimenti» per scuotersi da una impasse mortifera. Il primo è l'esercizio della dissidenza. Perché, tutti impegnati a costruire la nostra sfera privata, in realtà siamo continuamente invasi da ciò che non vorremmo: il culto dell'io si impianta su una soggettività debole e «in un ambiente mediatizzato dove il vero e il falso sono sempre meno distinguibili» mentre «nel circuito viene immessa sempre più dopamina (eccitante) e sempre meno serotonina (benessere)». Invece esistere, scrive Magatti, «è resistere, prendere distanze, restare dissidenti».”

Marco Bellizzi, Osservatore romano,

Mauro Magatti

Mauro Magatti è sociologo ed economista. È stato preside della facoltà di Sociologia presso l'Università Cattolica di Milano, dove insegna Sociologia e Analisi e istituzioni del capitalismo contemporaneo. Editorialista del «Corriere della Sera» e di «Avvenire», ha pubblicato numerose monografie e saggi su riviste italiane e straniere.


Intervista all'autore

«L’Ulisse contemporaneo – commenta Magatti – è affascinato e attratto dal gusto per la scoperta, la sperimentazione, la trasgressione. Solo aprendosi a nuove esperienze è infatti possibile dare forma al proprio potenziale, sfuggendo all’insignificanza a cui la vita sembra destinata. Siamo liberi di scegliere, di muoverci, di fare. Nel rispetto, però, di una clausola fondamentale: dobbiamo performare, essere sempre all’altezza».

(Mauro Magatti su L’Eco di Bergamo)

Libri dello stesso genere

La storia di Pierdante Piccioni: dai libri alla fiction "Doc - Nelle tue mani" con Luca Argentero

Dalla realtà ai libri e alla fiction su Rai 1 e RaiPlay "Doc - Nelle tue mani":la storia di Pierdante…

#IoEscoConLaFantasia: la campagna di comunicazione del Gruppo Mondadori

#IoEscoConLaFantasia: è ora di voltare pagina Il set potrebbe essere la casa di ognuno di noi in questi giorni inusuali e tutti…

Dantedì: "E quindi uscimmo a riveder le stelle"

Dantedì: il 25 marzo sarà la giornata nazionale dedicata a Dante AlighieriIl Sommo Poeta Dante Alighieri da quest'anno ha la…

Voce all'autore: il Giallo di montagna di Enrico Camanni

Torna Nanni Settembrini, la guida alpina protagonista dei romanzi di Enrico Camanni "Scalo e scrivo da molti anni": così si…

Leigh Bardugo torna in Italia: dopo il Grishaverse arriva La Nona Casa

La nuova saga adult fantasy di Leigh Bardugo arriva in Italia con Mondadori   Leigh Bardugo sta finalmente tornando in…

L'invito a vedersi "bellissime così": Mirko Sbarra racconta le donne

Mirko Sbarra: la scrittura come dedica alle donne Mirko Sbarra ama scrivere per le donne. Non solo perché attraverso i…

Marco Van Basten si racconta in un libro senza risparmiare nessuno, nemmeno se stesso

Fragile: l'autobiografia di Van Basten, la sua storia di sport e di vita Su Marco Van Basten si è scritto…

Dal libro al film: The Secret di Rhonda Byrne arriva al cinema

Che cosa vogliamo realmente nella vita? Diventare milionari, avere una casa più bella, vivere una grande storia d'amore, essere sempre…

1+1= Mondadori BIS. Due grandi titoli del nostro catalogo a € 9,90

Due bestseller sono meglio di uno: scopri la promo Mondadori BIS Un'operazione speciale pensata per chi cerca le grandi storie:…

Bobo Rondelli a Sanremo. Un libro per entrare nel suo mondo

Bobo Rondelli tra musica, parole e vita Cos'hai da guardare, sembra chiederci Bobo Rondelli con l'aria fiera del sé bambino…

Parigi-Hammamet: Giancarlo Lehner racconta il romanzo inedito di Bettino Craxi

Bettino Craxi affida alla narrativa di genere il racconto della sua esperienza politica e umana Nel ventesimo anniversario della scomparsa…

Donald Trump. Un libro per capire una presidenza come nessun'altra

Un libro che racconta senza filtri la presidenza di Donald Trump La più atipica che gli Stati Uniti abbiano mai…

Non avere paura di cadere

Mauro Magatti

Non avere paura di cadere

Genere: Politica e Attualità
ISBN: 9788804717362
152 pagine
Prezzo: € 18,00
Formato: Cartaceo
In vendita da: 5 novembre 2019

Disponibile su:

Genere: Politica e Attualità
ISBN: 9788852098024
152 pagine
Prezzo: € 9,99
Formato: Ebook
In vendita da: 29 ottobre 2019

Disponibile su: