Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

Estate 1980. Un piccolo pregiudicato viene ucciso in una piazza del centro storico di Catania, nel bel mezzo della festa della Madonna del Carmine. Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia” titolò il “Giornale del Sud”.
Le tre colonne in cronaca erano firmate da un giornalista ventiduenne entrato da poco a far parte di un agguerrito gruppo di giovani cronisti intransigenti che, armati di taccuini e Lettera 22, erano convinti di poter cambiare quasi tutto da soli, guidati all’assalto da un ultracinquantenne “ragazzino”, disobbediente, scanzonato, irrispettoso, ribelle: Giuseppe (Pippo) Fava.
Quattro anni dopo, l’assassinio di Fava per mano della mafia cambiò per sempre il destino di un’intera comunità e l’esistenza di quel drappello di reporter che, insieme a lui, aveva nel frattempo fondato il mensile “I Siciliani”, la prima voce libera levatasi a denunciare apertamente la penetrazione di interessi e cultura criminali nelle viscere della città e dell’isola. Antonio Roccuzzo, l’autore della cronaca di quell’ormai lontano delitto, racconta ora la sua esperienza giovanile di formazione e il suo passaggio all’età adulta: la vita in una tranquilla città di mafia, inquinata dalla presenza di Cosa Nostra come da un morbo profondo e inarrestabile; la morte del padre e, quasi adempiendo una promessa, la scelta definitiva del giornalismo; l’incontro umano e professionale con Fava; le pressioni dell’ambiente, le inquietudini personali, i dubbi e, infine, il rifiuto di continuare a vivere e lavorare in un luogo dove qualcuno aveva ordinato di rispondere alle parole scritte con una calibro 7.65. Ma la rievocazione autobiografica è anche, e soprattutto, il viaggio dentro la crescita – bella, faticosa, drammatica – di alcuni ventenni che, nell’arco di una breve ma irripetibile stagione, hanno imparato a crescere in fretta e la cui vicenda è diventata una pagina della storia del giornalismo italiano e del suo tortuoso cammino verso la piena libertà.
Quasi trent’anni dopo, a Catania e in Sicilia – metafore di un intero paese – tutto si è mosso ma non sono cambiati scenari e problemi. Ripercorrere le vicende di allora servirà a capire meglio il presente e a non dimenticare che negli anni Ottanta del secolo scorso, in una grande città del Sud di una tra le otto nazioni più industrializzate e sviluppate del mondo, un uomo è stato ucciso perché, insieme alla sua redazione, aveva scelto di fare informazione indipendente. Seguendo alla lettera l’insegnamento di George Orwell: “La vera libertà di stampa consiste nel dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire”.

Antonio Roccuzzo

Antonio Roccuzzo (Catania, 1958) vive a Roma, è sposato e ha tre figli. Ha iniziato la carriera giornalistica nel quotidiano "Giornale del Sud" e nel periodico "I Siciliani ", entrambi diretti da Giuseppe Fava. Dopo aver lavorato per numerose testate italiane, attualmente è caporedattore del tg La7. Fra i suoi libri, ricordiamo: Come fosse Stato: un nuovo potere? (con Carmine Fotia, 1992), Gli uomini della giustizia nell'Italia che cambia (1993), Nati per soffriggere (1997), Il silenzio è d'oro (e di piombo) (2001), L'Italia a pezzi: cosa unisce Catania e Reggio Emilia? (2009). Da Mondadori ha pubblicato, con Carmine Fotia, Orlando, Palermo (1990).


ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione

ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione a 1.800 bambine e bambini in…

Voce all'autore: la scrittura di Nora Venturini tra gialli, teatro e televisione

Gialli, sceneggiature, Roma e una tassista detective: entra nel mondo di Nora Venturini La scrittura di Nora Venturini si muove…

Voce all'autore: gli anni di piombo nel nuovo giallo di Piero Colaprico

Uno psichiatra ucciso, la Milano da bere, gli anni di piombo. Piero Colaprico ha scritto un nuovo giallo. Si intitola Anello di…

Oroscopo 2020: leggere le stelle con Branko e Simon & the Stars

Oroscopo 2020: leggi il nuovo anno tra le stelle Come sarà il 2020?  Si avvicina quel momento dell'anno in cui…

Voce all'autore: Dario Crapanzano racconta Il furto della Divina Commedia

Chi ha rubato la Divina Commedia? Tutto ruota attorno a un libro, nel nuovo romanzo giallo di Dario Crapanzano, ultimo…

Il ritorno all'Antica Roma di Valerio Massimo Manfredi

Avanzava nella steppa numidica una carovana scortata da venti soldati a cavallo in tenuta leggera e altrettanti legionari che avevano…

Voce all'autore: Giancarlo De Cataldo racconta Quasi per caso

Giancarlo De Cataldo e l'amore per il giallo storico Giancarlo De Cataldo è tornato con un nuovo giallo: Quasi per…

Perché un romanzo Per sole donne? Ce lo racconta Veronica Pivetti

Astenersi puritani e persone sensibili. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Ah, astenersi anche perditempo, of course! Quello di Veronica…

'Per te' di Francesco Sole: una storia d'amore, eros e poesia

Il nuovo romanzo poetico di Francesco Sole Il nuovo libro di Francesco Sole, Per te, si apre con le parole…

I nostri autori a Lucca Comics & Games 2019

Lucca Comics & Games 2019: dal 30 ottobre al 3 novembre l'evento più atteso dagli amanti del fantastico Si avvicina QUEL momento dell'anno,…

Dal libro al film: 'Il mistero Henri Pick' arriva al cinema

Sul fatto che Il mistero Henri Pick fosse un libro dall’alto potenziale narrativo (non solo letterario) non avevamo dubbi. Ma…

'Una gran voglia di vivere': il nuovo romanzo di Fabio Volo

Il viaggio dentro una crisi Nella vita di una coppia che si credeva capace di mantenere le promesse, un giorno arrivano i dubbi.…

Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

Antonio Roccuzzo

Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

ISBN: 9788804611158
180 pagine
Prezzo: € 17,50
Formato: 15,0 x 21,0 - Brossura con alette
In vendita da: 3 maggio 2011

Disponibile su:

ISBN: 9788852019081
180 pagine
Prezzo: € 8,99
Formato: Ebook
In vendita da: 17 maggio 2011

Disponibile su: