Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

Estate 1980. Un piccolo pregiudicato viene ucciso in una piazza del centro storico di Catania, nel bel mezzo della festa della Madonna del Carmine. Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia” titolò il “Giornale del Sud”.
Le tre colonne in cronaca erano firmate da un giornalista ventiduenne entrato da poco a far parte di un agguerrito gruppo di giovani cronisti intransigenti che, armati di taccuini e Lettera 22, erano convinti di poter cambiare quasi tutto da soli, guidati all’assalto da un ultracinquantenne “ragazzino”, disobbediente, scanzonato, irrispettoso, ribelle: Giuseppe (Pippo) Fava.
Quattro anni dopo, l’assassinio di Fava per mano della mafia cambiò per sempre il destino di un’intera comunità e l’esistenza di quel drappello di reporter che, insieme a lui, aveva nel frattempo fondato il mensile “I Siciliani”, la prima voce libera levatasi a denunciare apertamente la penetrazione di interessi e cultura criminali nelle viscere della città e dell’isola. Antonio Roccuzzo, l’autore della cronaca di quell’ormai lontano delitto, racconta ora la sua esperienza giovanile di formazione e il suo passaggio all’età adulta: la vita in una tranquilla città di mafia, inquinata dalla presenza di Cosa Nostra come da un morbo profondo e inarrestabile; la morte del padre e, quasi adempiendo una promessa, la scelta definitiva del giornalismo; l’incontro umano e professionale con Fava; le pressioni dell’ambiente, le inquietudini personali, i dubbi e, infine, il rifiuto di continuare a vivere e lavorare in un luogo dove qualcuno aveva ordinato di rispondere alle parole scritte con una calibro 7.65. Ma la rievocazione autobiografica è anche, e soprattutto, il viaggio dentro la crescita – bella, faticosa, drammatica – di alcuni ventenni che, nell’arco di una breve ma irripetibile stagione, hanno imparato a crescere in fretta e la cui vicenda è diventata una pagina della storia del giornalismo italiano e del suo tortuoso cammino verso la piena libertà.
Quasi trent’anni dopo, a Catania e in Sicilia – metafore di un intero paese – tutto si è mosso ma non sono cambiati scenari e problemi. Ripercorrere le vicende di allora servirà a capire meglio il presente e a non dimenticare che negli anni Ottanta del secolo scorso, in una grande città del Sud di una tra le otto nazioni più industrializzate e sviluppate del mondo, un uomo è stato ucciso perché, insieme alla sua redazione, aveva scelto di fare informazione indipendente. Seguendo alla lettera l’insegnamento di George Orwell: “La vera libertà di stampa consiste nel dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire”.

Antonio Roccuzzo

Antonio Roccuzzo (Catania, 1958) vive a Roma, è sposato e ha tre figli. Ha iniziato la carriera giornalistica nel quotidiano "Giornale del Sud" e nel periodico "I Siciliani ", entrambi diretti da Giuseppe Fava. Dopo aver lavorato per numerose testate italiane, attualmente è caporedattore del tg La7. Fra i suoi libri, ricordiamo: Come fosse Stato: un nuovo potere? (con Carmine Fotia, 1992), Gli uomini della giustizia nell'Italia che cambia (1993), Nati per soffriggere (1997), Il silenzio è d'oro (e di piombo) (2001), L'Italia a pezzi: cosa unisce Catania e Reggio Emilia? (2009). Da Mondadori ha pubblicato, con Carmine Fotia, Orlando, Palermo (1990).


Tra le nebbie di un giallo padano: 'Gli invisibili' di Valerio Varesi

Ci sono persone che cercano la clandestinità e altre che la ottengono senza intenzione. Col silenzio, la solitudine e la…

Distopia e sinistri misteri: Robert Harris torna con un nuovo romanzo

Anno 1468. 
 Un viaggiatore solitario avanza con espressione preoccupata attraverso una landa selvaggia dell'Inghilterra sudoccidentale. Tutto è immobile, attorno neanche un'anima viva.…

Comix Games Classi 2020: la sfida è "Rima la trama"

Comix Games Classi 2020: rima la trama! La lettura, un po' come diceva Christopher McCandless nel film Into the wild, a volte è (più)…

Guinness World Records 2020: in Italia dal 17 settembre

Guinness World Record: una nuova edizione che celebra un decennio di imprese eccezionaliIl 17 settembre è la data da record che…

I nostri autori al Festival della Comunicazione di Camogli

Festival della Comunicazione 2019 Da giovedì 12 a domenica 15 settembre si tiene nella bellissima cornice di Camogli, in Liguria, la VI edizione…

Minecraft, Fortnite e Guiness World Records: i nostri consigli di libri da giocare

Mondi paralleli, record del mondo, esercizi di creatività I libri sono di per sé uno dei migliori modi di trascorrere il tempo, ma…

'Il lupo nell'abbazia': Marcello Simoni racconta il suo nuovo giallo medievale

Abbazia benedettina di Fulda, Anno Domini 832. Siamo in un mondo isolato, in cui si è costretti a nascondere ogni cosa. A nascondere…

Back to school: 'Sussidiario per genitori (con esercizi)' di Alex Corlazzoli

Genitori e figli sui banchi di scuola Il Back to school è il momento che ufficialmente segna l'inizio di un…

Festivaletteratura 2019: gli autori Libri Mondadori a Mantova

Sì, si avvicina di nuovo quel momento dell'anno.  Settembre, Mantova invasa di libri e di parole, la poesia delle strade…

Vasco Rossi: 'Non Stop - le mie emozioni dal Modena Park a qui'

Un racconto in presa diretta del tour di Vasco Rossi più emozionante di sempreMaggio 2019. Nella pioggia battente Vasco Rossi sta…

'I ragazzi della Nickel': il nuovo atteso libro di Colson Whitehead

In libreria il nuovo romanzo di Colson Whitehead, il "narratore d'America" Dopo La ferrovia sotterranea, il romanzo che gli è…

'Me' di Elton John: la prima autobiografia ufficiale dell'artista

Me di Elton John: il 15 ottobre in contemporanea mondiale e in Italia per Mondadori A pochi mesi dall'uscita di…

Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

Antonio Roccuzzo

Mentre l’orchestrina suonava “Gelosia”

ISBN: 9788804611158
180 pagine
Prezzo: € 17,50
Formato: 15,0 x 21,0 - Brossura con alette
In vendita da: 3 maggio 2011

Disponibile su:

ISBN: 9788852019081
180 pagine
Prezzo: € 8,99
Formato: Ebook
In vendita da: 17 maggio 2011

Disponibile su: