La metà del cielo

La metà del cielo

Dentro la piccola comunità di un borgo dell’Italia centrale, dentro l’incombente senso di vuoto che segue la stagione felice dell’amore e dell’impegno politico, dentro le piccole cose della vita famigliare entra la grandezza devastante della morte. Patrizia, la moglie di Angelo, muore a soli 42 anni. Lui, ossessionato dai fallimenti, economici e morali, si muove incerto nel nuovo presente. Son passati dieci anni ma la memoria torna alla malattia, a come si è manifestata, a come ha dettato il suo protocollo. La narrazione mescola, per piani sfalsati, l’esperienza del dolore e quella della ricostruzione, l’apparire di una nuova figura femminile e l’asfissia provinciale, le fughe, i ritorni e la smemorante esperienza alcolica.

Angelo Ferracuti insegue con pazienza i fatti, la cruda cadenza dei fatti, torna alle forme del desiderio, dell’intesa, dei silenzi, e di una nuova ritrovata complicità. Siamo ospitati con garbo, senza patetismi, dentro una storia che diventa quasi nostra e che dice, fra strazio e calore, quanta vita c’è oltre lo strappo del vuoto.

Recensioni

“Realtà e finzione si mescolano, si intrecciano, si scambiano, si completano e compongono' L’altra metà del cielo'.”

Simone Govoni, La Nuova Ferrara,

“Il libro di Ferracuti è tutto questo: è l'attraversamento di un dolore e un tentativo di ricostruzione dal momento in cui, in un pomeriggio prenatalizio, mentre passeggia per la piazza principale di una città cupa e deserta della provincia marchigiana, attraversata da pochi fantasmi chiusi nei loro paltò, squilla il cellulare e la voce della figlia «perentoria, senza nessuna particolare inclinazione, meccanica» dice: «Babbo, mamma è morta, ha smesso di respirare poco fa, torna a casa». Come Joan Didion, Ferracuti si trova a mettere in atto strategie di sopravvivenza, ad affrontare un presente imprevisto nonostante la morte fosse prevista. ”

Cristina Taglietti, La Lettura Corriere della Sera,

“La metà del cielo è, di fatto, un reportage sulla propria vita. È unico per questa ragione. Ferracuti conduce un'inchiesta vera e propria, si mette alla ricerca dei documenti, delle testimonianze di chi c'era e per questo può aiutarlo a riportare ciò che è vero sul foglio. Patrizia, prima di tutti ma anche se stesso, sono i luoghi da cui torna per raccontare: «Provo tenerezza, per quell'uomo, ma sono contento di non essere più lui». Chi si mette in viaggio per raccontare sa di correre un rischio, perché non tutto dipende da lui: la realtà è un animale vorace, si prende chi vuole, non fa concessione se non a ciò che è essenziale. ”

Andrea Bajani, Il Manifesto,

Angelo Ferracuti

Angelo Ferracuti è nato nel 1960. Ha pubblicato Attenti al cane (Guanda, 2000), Le risorse umane (Feltrinelli, 2006, Premio "Sandro Onofri"), Viaggi da Fermo (2009), Il costo della vita (Einaudi, 2013, Premio "Lo Straniero"), Andare, camminare, lavorare (Feltrinelli, 2015), Addio (Chiarelettere, 2016). Scrive su "il manifesto", "La Lettura" del "Corriere della Sera", "Il Venerdì" di Repubblica, e collabora con Radio Tre.


Libri dello stesso genere

Quasi per caso: Giancarlo De Cataldo racconta il suo nuovo giallo storico

Giancarlo De Cataldo e l'amore per il giallo storico Giancarlo De Cataldo è tornato con un nuovo giallo: Quasi per…

Perché un romanzo Per sole donne? Ce lo racconta Veronica Pivetti

Astenersi puritani e persone sensibili. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Ah, astenersi anche perditempo, of course! Quello di Veronica…

'Per te' di Francesco Sole: una storia d'amore, eros e poesia

Il nuovo romanzo poetico di Francesco Sole Il nuovo libro di Francesco Sole, Per te, si apre con le parole…

I nostri autori a Lucca Comics & Games 2019

Lucca Comics & Games 2019: dal 30 ottobre al 3 novembre l'evento più atteso dagli amanti del fantastico Si avvicina QUEL momento dell'anno,…

Dal libro al film: 'Il mistero Henri Pick' arriva al cinema

Sul fatto che Il mistero Henri Pick fosse un libro dall’alto potenziale narrativo (non solo letterario) non avevamo dubbi. Ma…

'Una gran voglia di vivere': il nuovo romanzo di Fabio Volo

Il viaggio dentro una crisi Nella vita di una coppia che si credeva capace di mantenere le promesse, un giorno arrivano i dubbi.…

Tra le nebbie di un giallo padano: 'Gli invisibili' di Valerio Varesi

Ci sono persone che cercano la clandestinità e altre che la ottengono senza intenzione. Col silenzio, la solitudine e la…

Distopia e sinistri misteri: Robert Harris torna con un nuovo romanzo

Anno 1468. 
 Un viaggiatore solitario avanza con espressione preoccupata attraverso una landa selvaggia dell'Inghilterra sudoccidentale. Tutto è immobile, attorno neanche un'anima viva.…

Comix Games Classi 2020: la sfida è "Rima la trama"

Comix Games Classi 2020: rima la trama! La lettura, un po' come diceva Christopher McCandless nel film Into the wild, a volte è (più)…

Guinness World Records 2020: in Italia dal 17 settembre

Guinness World Record: una nuova edizione che celebra un decennio di imprese eccezionaliIl 17 settembre è la data da record che…

I nostri autori al Festival della Comunicazione di Camogli

Festival della Comunicazione 2019 Da giovedì 12 a domenica 15 settembre si tiene nella bellissima cornice di Camogli, in Liguria, la VI edizione…

Minecraft, Fortnite e Guiness World Records: i nostri consigli di libri da giocare

Mondi paralleli, record del mondo, esercizi di creatività I libri sono di per sé uno dei migliori modi di trascorrere il tempo, ma…

La metà del cielo

Angelo Ferracuti

La metà del cielo

Genere: Narrativa Contemporanea
ISBN: 9788804716907
216 pagine
Prezzo: € 18,00
Formato: Cartaceo
In vendita da: 8 ottobre 2019

Disponibile su:

Genere: Narrativa Contemporanea
ISBN: 9788852097522
216 pagine
Prezzo: € 9,99
Formato: Ebook
In vendita da: 8 ottobre 2019

Disponibile su: