La linea blu

La linea blu

È lunga 4.219.500 centimetri ed è dipinta sulle strade di New York: indica la traiettoria più breve per attraversare i cinque distretti della città, prima di tagliare il traguardo della maratona nel cuore di Central Park. Sono più di 25.000 i corridori che si sfiancano per seguirla, attraversando prima Brooklyn, poi il Bronx, quindi Harlem, acclamati da quasi 4 milioni di spettatori. Per i maratoneti c’è da affrontare il terribile muro delle venti miglia, sperimentare un’estasi pericolosa che li accompagna fino a Manhattan. Meno di quattro ore: è il risultato che si è prefissato Max, architetto specializzato nella costruzione di enormi strutture aeroportuali che ha deciso di correre la maratona di New York, come per prendere simbolicamente possesso della città. In effetti la linea blu del percorso attraversa i quartieri più diversi, dai più lussuosi a quelli di assoluta miseria.
Il romanzo prende spunto dalla descrizione molto precisa, miglio per miglio, della corsa, per raccontare tutte le emozioni, i pensieri che si susseguono nella testa di Max. Ma per quanto possa correre, Max viene ben presto raggiunto dai ricordi di un’altra corsa che risale a decenni prima: la fuga attraverso le montagne del Giura svizzero, quando era un giovane militante antinuclearista che aveva appena fatto saltare la villa di un magnate tedesco della stampa… E, come se non bastasse, a questo sovrapporsi di passato e presente si aggiunge la voce di un’antica compagna di vita e di lotte che parla a Max nell’auricolare. La maratona diventa quindi per il protagonista un’occasione per rievocare il passato (ricco di episodi abbastanza turbolenti), per fare il punto sulla sua vita presente (apparentemente agli antipodi degli ideali giovanili); è un momento di verità, un fare i conti con se stesso malinconico, onesto e struggente.
Un romanzo sorprendente che ricostruisce con passione misurata ma costante la parabola di una generazione, che ci restituisce in tutta la sua enigmatica grandezza l’affresco di un’epoca di dirompenti speranze rivoluzionarie e che ritrae molti suoi protagonisti, tra i quali Giangiacomo Feltrinelli, al quale il libro è dedicato.

Daniel De Roulet

Daniel De Roulet è nato nel 1944 a Ginevra. Dopo gli studi di architettura, intraprende una carriera lavorativa nel mondo dell'informatica e dal 1997 diventa scrittore a tempo pieno. Da allora ha pubblicato parecchi romanzi e ha ottenuto diversi e importanti riconoscimenti della critica letteraria. Nel 2006 è al centro di molte polemiche quando pubblica Un dimanche à la montagne, romanzo nel quale racconta come nel 1975 a Gstaad abbia incendiato, in compagnia di un'amica, lo chalet dell'editore tedesco Axel Springer, azione la cui paternità era stata a suo tempo erroneamente attribuita all'organizzazione terroristica tedesca Rote Armee Fraktion. Vive in Francia.


La Piccola Farmacia Letteraria: Elena Molini racconta il suo nuovo romanzo

La Piccola farmacia letteraria: un luogo in cui curarsi con i libri, una storia di sogni e di coraggio Inizialmente…

Il Fantastico di Libri Mondadori nel 2020: ne leggeremo delle belle

Amanti delle narrazioni fantastiche a raccolta: il 2020 sarà un anno perfetto di grandi arrivi in libreria per voi. Il…

Tre donne di Lisa Taddeo: una potente narrazione sul desiderio femminile

L'acclamato Tre donne di Lisa Taddeo in Italia a febbraio 2020 per Mondadori e presto anche serie TV Il desiderio…

ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione

ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione a 1.800 bambine e bambini in…

Voce all'autore: la scrittura di Nora Venturini tra gialli, teatro e televisione

Gialli, sceneggiature, Roma e una tassista detective: entra nel mondo di Nora Venturini La scrittura di Nora Venturini si muove…

Voce all'autore: gli anni di piombo nel nuovo giallo di Piero Colaprico

Uno psichiatra ucciso, la Milano da bere, gli anni di piombo. Piero Colaprico ha scritto un nuovo giallo. Si intitola Anello di…

Oroscopo 2020: leggere le stelle con Branko e Simon & the Stars

Oroscopo 2020: leggi il nuovo anno tra le stelle Come sarà il 2020?  Si avvicina quel momento dell'anno in cui…

Voce all'autore: Dario Crapanzano racconta Il furto della Divina Commedia

Chi ha rubato la Divina Commedia? Tutto ruota attorno a un libro, nel nuovo romanzo giallo di Dario Crapanzano, ultimo…

Il ritorno all'Antica Roma di Valerio Massimo Manfredi

Avanzava nella steppa numidica una carovana scortata da venti soldati a cavallo in tenuta leggera e altrettanti legionari che avevano…

Voce all'autore: Giancarlo De Cataldo racconta Quasi per caso

Giancarlo De Cataldo e l'amore per il giallo storico Giancarlo De Cataldo è tornato con un nuovo giallo: Quasi per…

Perché un romanzo Per sole donne? Ce lo racconta Veronica Pivetti

Astenersi puritani e persone sensibili. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Ah, astenersi anche perditempo, of course! Quello di Veronica…

'Per te' di Francesco Sole: una storia d'amore, eros e poesia

Il nuovo romanzo poetico di Francesco Sole Il nuovo libro di Francesco Sole, Per te, si apre con le parole…

La linea blu

Daniel De Roulet

La linea blu

Genere: Narrativa Contemporanea
ISBN: 9788804611578
180 pagine
Prezzo: € 17,00
Formato: 15,0 x 21,0 - Brossura con alette
In vendita da: 2 novembre 2011

Disponibile su: