Giuro che non avrò più fame

Giuro che non avrò più fame

Il primo film che le nostre nonne e le nostre madri andarono a vedere dopo la guerra fu Via col vento. Molte si identificarono in una scena: Rossella torna nella sua fattoria, la trova distrutta, e siccome non mangia da giorni strappa una piantina, ne rosicchia le radici, la leva al cielo e grida: «Giuro che non soffrirò mai più la fame!». Quel giuramento collettivo fu ripetuto da milioni di italiane e di italiani. Fu così che settant’anni fa venne ricostruito un Paese distrutto.

Come scrive Aldo Cazzullo, «avevamo 16 milioni di mine inesplose nei campi. Oggi abbiamo in tasca 65 milioni di telefonini, più di uno a testa, record mondiale. Solo un italiano su 50 possedeva un’automobile. Oggi sono 37 milioni, oltre uno su due. Eppure eravamo più felici di adesso». Ora l’Italia è di nuovo un Paese da ricostruire. La lunga crisi ha fatto i danni di una guerra. Per questo dovremmo ritrovare l’energia e la fiducia in noi stessi di cui siamo stati capaci allora.

Cazzullo racconta l’anno-chiave della Ricostruzione, il 1948. Lo scontro del 18 aprile tra democristiani e comunisti. L’attentato a Togliatti e l’insurrezione che seguì. La vittoria al Tour di Bartali e l’era dei campioni poveri: Coppi e il Grande Torino, cui restava un anno di vita. Le figure dei Ricostruttori, da Valletta a Mattei, da Olivetti a Einaudi. Il ruolo fondamentale delle donne, da Lina Merlin, che si batte contro le case chiuse, ad Anna Magnani, che porta al cinema la vita vera. L’epoca della rivista: Wanda Osiris e Totò, Macario e Govi, il giovane Sordi e Nilla Pizzi.

Ma i veri protagonisti del libro sono le nostre madri e i nostri padri. La loro straordinaria capacità di lavorare e anche di tornare a ridere. Il racconto di un tempo in cui a Natale si regalavano i mandarini, ci si spostava in bicicletta, la sera si ascoltava tutti insieme la radio; e intanto si faceva dell’Italia un Paese moderno.

Recensioni

“Si esce da queste pagine con un umore impastato di nostalgia e speranza. La nostra generazione non deve vedersela con le macerie fisiche di una guerra, ma con quelle morali della rassegnazione. Per provare a sconfiggere, scrive Cazzullo, l'idea inaccettabile che essere italiani sia diventata una sfortuna.”

Massimo Gramellini, "Corriere della Sera" 16 settembre 2018,

Aldo Cazzullo

Aldo Cazzullo (Alba, 1966) è inviato e editorialista del «Corriere della Sera», di cui cura la pagina delle Lettere. Tutti i suoi ultimi libri - Viva l'Italia! (2010), Basta piangere! (2013), Possa il mio sangue servire (2015), Le donne erediteranno la terra (2016), Metti via quel cellulare (2017) - hanno superato le centomila copie; La guerra dei nostri nonni (2014), le duecentomila.


I nostri autori a Pordenonelegge 2018

Dal 19 al 23 settembre 2018 Pordenonelegge è la Festa del Libro con gli autori del Nord Est d’Italia e vanta…

Premio Campiello: "Le vite potenziali" di Targhetta

Premio Campiello Sabato 15 settembre alle 20,45 in diretta televisiva su Rai 5 da Venezia, si terrà la 56° edizione del…

La storia di Palma Bucarelli diventa un docufilm

Il docufilm in onda il 16 settembre su Rai 3 Amata e odiata, adulata e criticata, conosciuta per la sua…

I nostri autori a "Il Tempo delle Donne"

Dal 7 al 9 settembre a Milano Da un'idea di La 27esima Ora e in collaborazione con Io Donna, Valore…

I nostri autori al Festivaletteratura di Mantova

Dal 5 al 9 settembre Ogni anno dal 1997, Mantova è la sede del Festivaletteratura, uno degli appuntamenti culturali italiani…

I nostri autori al Festival della Comunicazione di Camogli

Festival della Comunicazione 2018 Da giovedì 6 a domenica 9 settembre si tiene nella bellissima cornice di Camogli, in Liguria,…

Crazy & Rich: una commedia sfavillante

Dal libro al film Photo by © Sanja BuckoDal bestseller internazionale Asiatici ricchi da pazzi di Kevin Kwan arriva al cinema il 15 agosto la…

Buon compleanno De Crescenzo!

"Sono stato fortunato" «Il lettore mi perdonerà se, a quasi novant'anni, sono ancora qui, ma chi intende prendersi la briga…

Shark - il primo squalo: un libro e un film

Con l'uscita del film, torna il bestseller che ha terrorizzato un'intera generazione Il più terribile predatore di tutti i tempi…

"Il Gioco" di D'Amicis nella finale del Premio Strega

Premio Strega 2018 La sera del 5 luglio a Roma presso il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia sarà trasmessa in diretta televisiva…

I nostri autori al Festival Collisioni 2018

Dal 29 giugno al 1 luglio a Barolo Saranno Elio e le Storie Tese -  venerdì 29 giugno - a inaugurare la…

Liane Moriarty e un barbecue colpevole

«Questa storia inizia con un barbecue» Il nuovo romanzo di Liane Moriarty comincia con un barbecue, una normale serata tra amici.…

Giuro che non avrò più fame

Aldo Cazzullo

Giuro che non avrò più fame

ISBN: 9788804705307
264 pagine
Prezzo: € 18,00
Formato: 15,0 x 21,0 - Brossura con alette
In vendita da: 18 settembre 2018

Disponibile su:

ISBN: 9788852089510
264 pagine
Prezzo: € 9,99
Formato: Ebook
In vendita da: 18 settembre 2018

Disponibile su: