Fare i conti con i classici

Fare i conti con i classici

Lo spettro della fine degli studi classici si aggira fra noi da molto tempo. Ovunque, in Occidente, ci si dispera per il declino della fortuna del greco e del latino nelle scuole, per la chiusura delle facoltà di lettere antiche. Si vorrebbe addirittura che l’Unesco dichiarasse le lingue classiche «patrimonio dell’umanità», quasi fossero delle rovine preziose o una specie in via di estinzione. In questa decadenza, però, vi è qualcosa di paradossale: infatti, se da un lato i classici sono in declino «per definizione» (lo sono, cioè, da sempre), dall’altro sul loro destino il dibattito fra gli specialisti sembra non conoscere requie. E, soprattutto, sembra non lasciare alcuna speranza. Questo probabilmente perché continuiamo a guardare al mondo antico con rimpianto e nostalgia, o perché non riusciamo a liberarci dal timore di non poter preservare ciò che amiamo. Forse è la paura di veder svanire il fondamento della cultura occidentale. La nostra identità.

Fare i conti con i classici ci invita a guardare alla cultura e alla storia greca e latina con occhi diversi. E a sottrarci al luogo comune secondo cui il dialogo con gli autori antichi sia un «dialogo con i morti». Innanzitutto perché studiare i classici significa confrontarsi non soltanto con la letteratura, la poesia, la filosofia, il teatro del mondo greco-romano, ma anche con tutti coloro che nel corso dei secoli li hanno affrontati, citati o ricreati. E poi perché in questo dialogo i veri interlocutori siamo noi. Noi che come ventriloqui diamo voce a ciò che gli antichi hanno ancora da dire, proiettiamo su di loro angosce e desideri, non smettiamo di interrogarli sui grandi temi-concetti-parole che da oltre duemila anni definiscono il nostro orizzonte culturale. E misuriamo senza posa la distanza che ci separa dal loro universo. Al quale, nonostante tutto, rimaniamo inevitabilmente legati. Perché la tradizione greca e latina non è qualcosa da imparare a memoria e declamare, ma è qualcosa con cui interagire e battagliare. Qualcosa che invita al confronto, all’avventura e alla sfida, nel tentativo di ritrovare quella connessione creativa capace di liberare tutta l’energia e la tensione di cui i classici sono ancora intrisi.

Mary Beard

Much Wenlock, Shropshire, 1955. Insegna al Newnham College di Cambridge ed è curatrice per l'antichità classica del «Times Literary Supplement». Accademica di fama internazionale, è fellow della British Academy e membro dell'American Academy of Arts and Sciences. Tra i suoi numerosi libri, molti dei quali tradotti in italiano, ricordiamo Il Partenone (2006), Il Colosseo (2008), Pompei (2011), SPQR (2016), Fare i conti con i classici (2017).


Altri libri dello stesso autore

Libri dello stesso genere

#IoEscoConLaFantasia: la campagna di comunicazione del Gruppo Mondadori

#IoEscoConLaFantasia: è ora di voltare pagina Il set potrebbe essere la casa di ognuno di noi in questi giorni inusuali e tutti…

Dantedì: "E quindi uscimmo a riveder le stelle"

Dantedì: il 25 marzo sarà la giornata nazionale dedicata a Dante AlighieriIl Sommo Poeta Dante Alighieri da quest'anno ha la…

Voce all'autore: il Giallo di montagna di Enrico Camanni

Torna Nanni Settembrini, la guida alpina protagonista dei romanzi di Enrico Camanni "Scalo e scrivo da molti anni": così si…

Leigh Bardugo torna in Italia: dopo il Grishaverse arriva La Nona Casa

La nuova saga adult fantasy di Leigh Bardugo arriva in Italia con Mondadori   Leigh Bardugo sta finalmente tornando in…

L'invito a vedersi "bellissime così": Mirko Sbarra racconta le donne

Mirko Sbarra: la scrittura come dedica alle donne Mirko Sbarra ama scrivere per le donne. Non solo perché attraverso i…

Marco Van Basten si racconta in un libro senza risparmiare nessuno, nemmeno se stesso

Fragile: l'autobiografia di Van Basten, la sua storia di sport e di vita Su Marco Van Basten si è scritto…

Dal libro al film: The Secret di Rhonda Byrne arriva al cinema

Che cosa vogliamo realmente nella vita? Diventare milionari, avere una casa più bella, vivere una grande storia d'amore, essere sempre…

1+1= Mondadori BIS. Due grandi titoli del nostro catalogo a € 9,90

Due bestseller sono meglio di uno: scopri la promo Mondadori BIS Un'operazione speciale pensata per chi cerca le grandi storie:…

Bobo Rondelli a Sanremo. Un libro per entrare nel suo mondo

Bobo Rondelli tra musica, parole e vita Cos'hai da guardare, sembra chiederci Bobo Rondelli con l'aria fiera del sé bambino…

Parigi-Hammamet: Giancarlo Lehner racconta il romanzo inedito di Bettino Craxi

Bettino Craxi affida alla narrativa di genere il racconto della sua esperienza politica e umana Nel ventesimo anniversario della scomparsa…

Donald Trump. Un libro per capire una presidenza come nessun'altra

Un libro che racconta senza filtri la presidenza di Donald Trump La più atipica che gli Stati Uniti abbiano mai…

La Piccola Farmacia Letteraria: Elena Molini racconta il suo nuovo romanzo

La Piccola farmacia letteraria: un luogo in cui curarsi con i libri, una storia di sogni e di coraggio Inizialmente…

Fare i conti con i classici

Mary Beard

Fare i conti con i classici

Genere: Storia, Tecnologia e Scienze
ISBN: 9788804681892
392 pagine
Prezzo: € 25,00
Formato: 14,0 x 21,5 - Cartonato con sovraccoperta
In vendita da: 17 ottobre 2017

Disponibile su:

Genere: Storia, Tecnologia e Scienze
ISBN: 9788852083167
392 pagine
Prezzo: € 12,99
Formato: Ebook
In vendita da: 17 ottobre 2017

Disponibile su: