Corpi di ballo

Corpi di ballo

Anita e Miriam sono le due ballerine di punta di un’importante compagnia di danza classica. Hanno lo splendore e l’energia dei vent’anni, ma hanno qualcosa in più delle loro coetanee: la leggerezza, la capacità di spiccare il volo. E qualcosa in meno: la danza fagocita le loro vite e spazza via tutto il resto. Si allenano molte ore al giorno, e il tempo che rimane è dedicato alla cura del corpo e alla ricerca di nuovi modi per rendersi impermeabili al cibo. Le uniche incursioni del mondo esterno nel loro appartamento sono le visite notturne del ragazzo di Miriam e di un suo amico strambo con la fissa per la scrittura, oltre ai messaggi degli ammiratori che Miriam ha collezionato sui social network pubblicando le sue foto.

Anita considera Miriam talentuosa e carismatica, è convinta che sia una ballerina migliore di lei, ne è sedotta e al tempo stesso non può fare a meno di invidiarla, di sentirsi sottilmente in competizione con lei.

L’estate è appena cominciata, insieme alle prove per Ondine, il nuovo balletto che la direttrice della compagnia – un’ex ballerina ossessionata dalla perfezione e dalla magrezza delle sue allieve – ha deciso di mettere in scena. Gli allenamenti sono massacranti, Anita è sempre più stanca, sotto pressione, gelosa della palese predilezione dell’insegnante per Miriam. Un giorno che sembra uguale agli altri, mentre le ragazze fanno la spesa dopo una lunga sessione di prove, Miriam si accascia al suolo e perde i sensi.

Questo evento è destinato a cambiare per sempre la vita di Anita, mandando in frantumi tutte le sue certezze, a cominciare dal rapporto col proprio corpo. È l’inizio, per lei, di un cammino accidentato di ricostruzione della propria identità.

Nel mondo della danza le leggi che valgono là fuori si annullano, la parola perfezione ha un significato diverso, che si avvicina molto al concetto di sparizione: “Quando si balla si azzera la distanza tra la vita e la morte, ci si innalza al di sopra dell’ovvio e del normale, e per farlo occorre ridursi a meno corpo possibile”. È quello che Francesca Marzia Esposito riesce a fare con la sua scrittura leggera, plastica, delicata – a tratti cruda, feroce: ci porta lì dentro con sé, e di quel mondo ci fa sentire la fame, la violenza, l’assoluta vertigine.

Recensioni

“Tema della rappresentazione è, appunto, lo scomparire, il farsi semplice movimento, un desiderio parossistico di divenire soltanto ombra. In un gioco di specchi l'autrice, con la sua scrittura accurata nel sezionare pensieri e situazioni, conduce il lettore nella tenebra di un corpo che ragiona per assenza. Non c'è nulla della leggerezza calviniana, nulla a che vedere con la sublime vitalità delle ballerine descritte da Louis-Ferdinand Céline. Le danzatrici di Esposito vivono un cupio dissolvi che neppure il finale agrodolce riesce a farci dimenticare.”

Demetrio Paolin, La Lettura del Corriere della Sera,

Francesca Marzia Esposito

Francesca Marzia Esposito vive a Milano, insegna danza. Si è laureata al Dams di Bologna e ha conseguito un master in Scrittura per il Cinema all'Università Cattolica di Milano. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sulle riviste: "Granta", "'tina", "Colla", "GQ" e altre. Ha esordito con La forma minima della felicità (Baldini & Castoldi, 2015).


Leggi l'approfondimento e le interviste

‘Corpi di ballo’: nel mondo della danza con Francesca Marzia Esposito

La sera rimanevo al buio stesa nel letto e a mente ridefinivo il mio corpo, atletico e muscoloso, in una struttura futuribile più sofisticata e ultraleggera. Mi deprimeva la possanza fisica. Detestavo le mie fattezze da borgatara, l’aria da ragazzona in salute. Avevo bisogno di diventare un corpo in filigrana, con gli arti lunghi e sottili da insetto o alieno capitato tra i comuni mortali. Concentrarmi sulla magrezza non era vanità, la danza imponeva un’idea di perfezione che era molto vicina al concetto di sparizione. Digiunavo la mattina, la sera soccombevo alla fame. Non c’era niente di più pesante del provare a diventare leggera.

(Francesca Marzia Esposito su Grazia) 

Nel libro il talento sembra non bastare.
«La bravura in sé non esiste, deve essere veicolata da un corpo giusto. Se questo è imbrigliato in un eccesso di materia, non permette alla danza di brillare».

(Francesca Marzia Esposito intervistata da Eleonora Molisani su Tu Style) 

Donald Trump. Un libro per capire una presidenza come nessun'altra

Un libro che racconta senza filtri la presidenza di Donald Trump La più atipica che gli Stati Uniti abbiano mai…

La Piccola Farmacia Letteraria: Elena Molini racconta il suo nuovo romanzo

La Piccola farmacia letteraria: un luogo in cui curarsi con i libri, una storia di sogni e di coraggio Inizialmente…

Il Fantastico di Libri Mondadori nel 2020: ne leggeremo delle belle

Amanti delle narrazioni fantastiche a raccolta: il 2020 sarà un anno perfetto di grandi arrivi in libreria per voi. Il…

Tre donne di Lisa Taddeo: una potente narrazione sul desiderio femminile

L'acclamato Tre donne di Lisa Taddeo in Italia a febbraio 2020 per Mondadori e presto anche serie TV Il desiderio…

ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione

ActionAid e le case editrici del Gruppo Mondadori insieme per garantire il diritto all’istruzione a 1.800 bambine e bambini in…

Voce all'autore: la scrittura di Nora Venturini tra gialli, teatro e televisione

Gialli, sceneggiature, Roma e una tassista detective: entra nel mondo di Nora Venturini La scrittura di Nora Venturini si muove…

Voce all'autore: gli anni di piombo nel nuovo giallo di Piero Colaprico

Uno psichiatra ucciso, la Milano da bere, gli anni di piombo. Piero Colaprico ha scritto un nuovo giallo. Si intitola Anello di…

Oroscopo 2020: leggere le stelle con Branko e Simon & the Stars

Oroscopo 2020: leggi il nuovo anno tra le stelle Come sarà il 2020?  Si avvicina quel momento dell'anno in cui…

Voce all'autore: Dario Crapanzano racconta Il furto della Divina Commedia

Chi ha rubato la Divina Commedia? Tutto ruota attorno a un libro, nel nuovo romanzo giallo di Dario Crapanzano, ultimo…

Il ritorno all'Antica Roma di Valerio Massimo Manfredi

Avanzava nella steppa numidica una carovana scortata da venti soldati a cavallo in tenuta leggera e altrettanti legionari che avevano…

Voce all'autore: Giancarlo De Cataldo racconta Quasi per caso

Giancarlo De Cataldo e l'amore per il giallo storico Giancarlo De Cataldo è tornato con un nuovo giallo: Quasi per…

Perché un romanzo Per sole donne? Ce lo racconta Veronica Pivetti

Astenersi puritani e persone sensibili. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Ah, astenersi anche perditempo, of course! Quello di Veronica…

Corpi di ballo

Francesca Marzia Esposito

Corpi di ballo

Genere: Narrativa Contemporanea
ISBN: 9788804716891
216 pagine
Prezzo: € 18,50
Formato: Cartaceo
In vendita da: 1 ottobre 2019

Disponibile su:

Genere: Narrativa Contemporanea
ISBN: 9788852097300
216 pagine
Prezzo: € 4,99
Formato: Ebook
In vendita da: 1 ottobre 2019

Disponibile su: