Il Giallo Mondadori. Da 90 anni il Giallo per eccellenza

Giugno 1929
Quattro autori di polizieschi - S.S. Van Dine con La strana morte del signor Benson, Edgar Wallace con L'uomo dai due corpiRobert Louis Stevenson con Il club dei suicidi e Anna Katharine Green con Il mistero delle due cugine - vengono pubblicati da Mondadori in un’inedita veste gialla. L'illustrazione di copertina è iscritta in un esagono che negli anni dopo diventerà un cerchio. Cambierà più volte la forma, ma non l'anima della collana. 

Questo esagono racchiude infatti un nuovo mondo di storie che parlano di detective, donne fatali, casi (quasi) impossibili, segreti nascosti nei luoghi del potere e nelle bettole delle città.
Sono storie a cui i lettori italiani iniziano ad appassionarsi: solo nel primo mese le vendite superano le 50.000 copie.

È la nascita di una collana storica, un unicum nell'editoria italiana fino a quel momento, talmente iconica da diventare proverbialmente rappresentativa di un intero genere e travalicando con la sua stessa definizione i confini puramente letterari andando ad abbracciare anche le opere cinematografiche, il teatro e i fatti di cronaca

Ancora oggi, dopo 90 anni, Il Giallo Mondadori è
"un libro che non vi lascerà dormire".


 

Il Giallo Mondadori non ha mai smesso di uscire nelle edicole in tutti questi novant'anni, arrivando a pubblicare 3.200 fascicoli nella serie regolare, più altri 1.400 nei Classici e un altro migliaio fra Speciali e numeri extra. Un vero record mondiale.
Tra i grandi nomi della collana: Agatha Christie con Hercule Poirot e Miss Marple; Ellery Queen con l’omonimo investigatore; Rex Stout con Nero Wolfe; Erle Stanley Gardner con Perry Mason; S.S. Van Dine con Philo Vance; Ed McBain con l’87° Distretto; Sir Arthur Conan Doyle con Sherlock Holmes, e poi ancora Dashiell Hammett, il creatore di Sam Spade, Raymond Chandler, Ruth Rendell, Mike Spillane.
Tra gli italiani Ezio D’Errico e Giorgio Scerbanenco, Carlo Lucarelli e Loriano Macchiavelli, Danila Comastri Montanari, Sandrone Dazieri e molti altri.

Com'è cambiato Il Giallo Mondadori:
la rivisitazione della collana oggi


Grandi autori
Innovazione
Autorevolezza
... in una nuova veste grafica per celebrare i 90 anni della collana.

Un’innovativa rivisitazione concepita per esaltare la nuova vita in libreria: il colore giallo rimane la dominante cromatica con cui il Giallo Mondadori ha fatto conoscere il genere.

Nella collana, rilanciata il 26 marzo 2019, arrivano titoli classici stranieri e italiani, per riproporre i sempre amati inventori del genere, e titoli inediti scritti dagli autori italiani più amati. Non a caso il lancio ha visto un romanzo inedito di Andrea Camilleri, Km 123, e le ristampe di Fruttero&LucentiniLa donna della domenica, Renato OlivieriIl caso Kodra, Edgar WallaceI quattro giusti, S.S. Van DineLa strana morte del signor Benson. Ma le novità non finiscono qui...

 

Scorri per vedere tutti i libri de Il Giallo Mondadori

Gli approfondimenti su Il Giallo Mondadori

Tra le nebbie di un giallo padano: 'Gli invisibili' di Valerio Varesi

Ci sono persone che cercano la clandestinità e altre che la ottengono senza intenzione. Col silenzio, la solitudine e la…

'Il lupo nell'abbazia': Marcello Simoni racconta il suo nuovo giallo medievale

Abbazia benedettina di Fulda, Anno Domini 832. Siamo in un mondo isolato, in cui si è costretti a nascondere ogni cosa. A nascondere…

I Gialli Mondadori consigliati da Camilleri

Il Giallo Mondadori compie 90 anni Se i Gialli Mondadori hanno fatto la storia, è perché "giallo" è diventato sinonimo di un genere…