Yasmina Khadra

Yasmina Khadra

Yasmina Khadra, pseudonimo di Mohamed Moulessehoul,
(Algeria, 1956), reclutato alla scuola dei cadetti
a nove anni, è stato ufficiale dell’esercito algerino. Dopo aver suscitato
la disapprovazione dei suoi superiori con i suoi primi
libri, ha continuato usando come pseudonimo
il nome della moglie, con il quale ha pubblicato in
Francia alcuni romanzi di successo, poi tradotti in
diversi paesi. In Italia si è conquistato un pubblico
grazie a due noir, Morituri e Doppio bianco, editi
da e/o. In seguito sono usciti Cosa sognano i lupi?
(Feltrinelli), e poi con Mondadori Le rondini di
Kabul
(2003), La parte del morto (2005), L’attentatrice (2006), Le sirene
di Baghdad
(2007) e Quel che il giorno deve alla notte (2009). Nel 1999
ha lasciato l’esercito svelando così la sua vera identità.
Attualmente vive in Francia.

Yasmina Khadra