Valentina Pitzalis

Valentina Pitzalis

Valentina Pitzalis è nata a Cagliari, Sardegna. Aveva ventisette anni quando, il 17 aprile del
2011, suo marito l’ha cosparsa di liquido infiammabile e le ha dato fuoco, morendo lui stesso tra le fiamme. Lei si è svegliata in un letto d’ospedale col volto completamente sfigurato, una mano amputata e l’altra gravemente danneggiata. Da allora Valentina è diventata un simbolo della lotta alla violenza sulle donne, per la forza con cui ha reagito alla tragedia, la sensibilità con cui ha raccontato e ha analizzato l’accaduto, il coraggio e la speranza che è capace di comunicare.

Valentina Pitzalis