Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi (Milano, 1936) si è laureato con il massimo dei voti in
giurisprudenza all’Università Statale di Milano. Nel 1962 inizia la sua
attività nel settore dell’imprenditoria edile. Diventa il primo operatore
italiano nella realizzazione di centri residenziali e centri commerciali
(centro Edilnord, Milano 2, Milano 3, il Girasole ecc¿). Nel 1980 fonda
Canale 5, la prima rete televisiva privata nazionale, a cui si aggiungono
Italia 1 (1982) e Rete 4 (1984). Grazie al successo della tv commerciale
può sviluppare varie iniziative, inserite, come tutte le altre società,
nell’ambito della holding capogruppo Fininvest, fondata nel 1978. Diffonde
la televisione commerciale in Europa: in Francia La Cinq (1986),
in Germania Telefünf (1987), in Spagna Telecinco (1989). Con la Mondadori
(1989) diviene il principale editore italiano nel settore libri e periodici.
Con le società Mediolanum e Programma Italia entra nel settore
delle assicurazioni e dei prodotti finanziari. Dal 1986 è presidente
della squadra di calcio Milan A.C., che sotto la sua gestione diventa il
club più titolato al mondo facendo di Berlusconi il presidente di club
che ha vinto di più nella storia del calcio mondiale. Il 26 gennaio 1994
si dimette da tutte le cariche ricoperte nel Gruppo Fininvest. Fonda il
movimento politico Forza Italia e dà vita alla coalizione del Polo delle
Libertà e del Buongoverno. Alle elezioni del marzo 1994 conquista la
maggioranza e diviene presidente del Consiglio. Presiede il G7 di Napoli
e l’Assemblea delle Nazioni Unite sulla criminalità internazionale.
È costretto alle dimissioni per l’emissione di un avviso di garanzia da
parte della Procura di Milano con un’accusa da cui viene assolto successivamente
con formula piena “per non aver commesso il fatto”. Dal
1995 al 2001 è il leader dell’opposizione democratica al governo della sinistra.
Nel giugno 1999 viene rieletto deputato al Parlamento europeo.
Nel maggio 2001 rivince le elezioni e viene rieletto alla presidenza del
Consiglio. Presiede a Genova il vertice del G8 e a Pratica di Mare il vertice
Nato-Russia con la firma di uno storico accordo di collaborazione
con la Federazione Russa, che entra così nel novero dei Paesi occidentali.
Nel secondo semestre del 2003 assume la presidenza dell’Unione
Europea. Con le elezioni del 2006 (con vittoria della sinistra per appena
24.000 voti di differenza) guida nuovamente l’opposizione democratica.
Il 27 febbraio 2008 fonda il Popolo della Libertà, il movimento
in cui confluiscono sette partiti di centrodestra. Rivince le elezioni e diventa
nuovamente presidente del Consiglio. Risolve in 58 giorni la tragedia
dei rifiuti a Napoli e in Campania. Dopo il terremoto dell’aprile
2009 in Abruzzo realizza in meno di 5 mesi le abitazioni per le famiglie
rimaste senza casa. Presiede all’Aquila per la terza volta il G8, allargato
in terza giornata ai Capi di Stato e di governo di 27 Paesi. Nel novembre
2011 si dimette dalla presidenza del Consiglio senza essere stato sfiduciato
in Parlamento.

Silvio Berlusconi