Piero Buscaroli

Piero Buscaroli

Piero Buscaroli, nato nel 1930, dopo il liceo classico
studia organo, armonia e contrappunto con
Ireneo Fuser, si laurea in Storia del diritto italiano
con Giovanni de Vergottini. Nel 1955 Leo Longanesi
lo chiama al “Borghese”, vi rimane con
Mario Tedeschi fino al 1977. Inviato in musica e
guerre, corre tra festival e invasioni, Palestina,
Praga, Vietnam. Dopo quattro anni alla direzione
di un quotidiano a Napoli, lascia il giornalismo
politico, accetta una cattedra nei conservatori di
Stato a Torino, Venezia, Bologna. Nel 1979 Montanelli
gli offre la critica musicale del “Giornale”. Pubblica: La stanza della musica (Fogola 1976),
La nuova immagine di Bach (Rusconi 1982), Bach
(Mondadori 1985), Johannes Brahms a Bologna e in
Romagna
(Nuova Alfa Editoriale 1988), La morte di
Mozart
(Rizzoli 1996), Beethoven (Rizzoli 2004), Al
servizio dell’Imperatore
(Marietti 1820 2006), L’imbroglio
del Requiem
(Zecchini 2006). E tra storia politica
e arte: Figure & Figuri (Volpe 1977), I luoghi
e il tempo
(Fogola 1979), La vista, l’udito, la memoria
(Fogola 1987), Paesaggio con rovine (Camunia
1989), Gabriel musico maestro di simboli labirinti &
terremoti
(Zecchini 2007), Dalla parte dei vinti. Un altro Novecento (Mondadori 2010)..

Altri libri dello stesso autore

Piero Buscaroli