Paolo Villaggio

Paolo Villaggio

Paolo Villaggio ha mosso i primi passi in alcuni spettacoli di cabaret, dove lo notò Maurizio Costanzo per la sua comicità nuova, corrosiva e grottesca. Ha esordito in radio con “Il sabato del Villaggio”, per poi debuttare in televisione a “Quelli della domenica” (1968): con i personaggi del sadico professor Kranz e del travet Giandomenico Fracchia ha imposto un nuovo modello di umorismo, feroce e nevrotico, di dirompente modernità. Nel 1971 ha condotto “Senza rete”, nel 1962 ha partecipato al festival di Sanremo a fianco di Mike Bongiorno nel ruolo di “guastatore”. Oltre ai memorabili film e libri di Fantozzi, ha recitato in teatro, tra l’altro nell’ “Avaro” di Molière e nel “Delirio di un povero vecchio”, portati con successo nei principali teatri italiani.
Tra i suoi libri, pubblicati per Mondadori, Caro direttore, ci scrivo… (1993), Fantozzi saluta e se ne va (1994), Vita, morte e miracoli di un pezzo di merda (2002), Sette grammi in settant’anni (2003), Sono incazzato come una belva (2004) Storie di donne straordinarie (2009), Crociera lo cost(2010), Mi dichi (2011), La tragica vita del ragionier Fantozzi (2012).

Paolo Villaggio