Giovanni Arpino

Giovanni Arpino

Giovanni Arpino (Pola 1927-Torino 1987) ha collaborato a riviste e periodici (Il Mondo, Il Ponte, LEspresso), è stato consulente editoriale per varie case editrici e inviato speciale della Stampa e del Giornale per lo sport. Ha scritto i romanzi Sei stato felice, Giovanni (1952), La suora giovane (1959), Un delitto d’onore (1961), Una nuvola d’ira (1962) e L’ombra delle colline (1964, premio Strega), considerato come il risultato più maturo dell’esperienza realistica dello scrittore. Un nuovo orientamento verso l’allegoria e lo spiritualismo anima i successivi Un’anima persa (1966), Il buio e il miele (1969), Domingo il favoloso (1975), Azzurro tenebra (1977), Il fratello italiano (1980, premio Campiello), La sposa segreta (1983), Passo d’addio (1986), La trappola amorosa (pubblicato postumo nel 1988). Arpino è stato anche autore di racconti (raccolti in Un mare di gente, 1966 e Raccontami una storia, 1982) e di versi (Barbaresco, 1954; Il prezzo dell’oro, 1958). Con il titolo Le bambinacce ha riunito elzeviri dedicati a personaggi femminili, mentre Fuorigioco, del 1970, raccoglie i suoi epigrammi.

Altri libri dello stesso autore

Giovanni Arpino