Enzo Striano

Enzo Striano

Vincenzo Striano nacque a Napoli nel 1927. Tra il 1947 e il 1949 iniziò la sua attività giornalistica collaborando con il settimanale “Cronaca” e i quotidiani “La Repubblica d’Italia” e “L’Avanti”. Frequentò il gruppo d’intellettuali legati a Renato Caccioppoli e militò nel Partito Comunista. Scrisse sulle pagine napoletane de “L’Unità”. Nel 1956 si laureò in lettere con una tesi su Masaniello. A seguito dell’invasione sovietica di Budapest lasciò il PCI e si dedicò all’insegnamento. Negli anni Settanta intensificò l’attività giornalistica e il suo impegno nel settore dell’editoria scolastica. Morì a Napoli nel giugno del 1987, colpito da aneurisma.
Tra le sue opere: La linea gotica (1957), che vinse il premio Castellammare, I giochi degli eroi (Campironi), Il delizioso giardino (Loffredo), Le indecenze di Sorcier (Loffredo) e Il resto di niente (Loffredo 1986, dal 2005 negli Oscar Mondadori), considerato il suo capolavoro.

Altri libri dello stesso autore

Enzo Striano