Biagio Antonacci

Biagio Antonacci

Biagio Antonacci nasce a Milano nel 1963. Cresce a Rozzano, alla periferia di Milano, nelle strade del suo quartiere, ma ben presto si appassiona alla musica. Scrive canzoni e frequenta l’ambiente discografico milanese fino a quando, nel 1989, ottiene il suo primo contratto discografico. Di quell’anno è il suo primo album, Sono cose che capitano.
Nel 1991 pubblica Adagio Biagio. Bisogna aspettare soltanto un anno, comunque, per assistere al primo grande successo di Biagio Antonacci: si tratta del brano Liberatemi, che gira l’estate con il Festivalbar e promuove un album che porta lo stesso titolo. Liberatemi finisce per vendere 150 mila copie e sancisce l’importanza di Biagio Antonacci nella scena pop italiana. Nel 1993 Biagio ottiene un grande successo di critica e di pubblico presentando al Festival di Sanremo la canzone Non so più a chi credere; quello stesso anno gira l’Italia con un tour molto applaudito. Nel 1994 esce Biagio Antonacci: il disco è composto da 13 canzoni tra cui Non è mai stato subito e Se io se lei e vende 300 mila copie. E’ l’album della conferma: nuovo tour di successo, e poi ancora in sala di registrazione, chiuso a lavorare per un nuovo album che esce nel 1996: Il Mucchio. L’album contiene 13 brani di cui uno, Happy family, scritto a quattro mani con Luca Carboni. Il primo singolo si intitola Se è vero che ci sei e tra i musicisti figura nientemeno che il batterista dei Simple Minds Mel Gaynor.
Nella primavera del 1998 esce Mi fai stare bene, il suo sesto album. L’autunno 2000 segna la pubblicazione del nuovo lavoro di Biagio Antonacci: Tra le mie canzoni, una raccolta che ripercorre i 10 anni di carriera di Antonacci e che ne rappresenta i momenti più importanti ed emozionanti.

Altri libri dello stesso autore

Biagio Antonacci