Amelia Rosselli

Amelia Rosselli

Amelia Rosselli (1930-1996), figlia dell’esule antifascista Carlo
Rosselli, nasce a Parigi. Dopo l’assassinio del padre vive in Francia,
Inghilterra e negli Stati Uniti; nel 1948 si
stabilisce a Roma, dove inizia a lavorare come
traduttrice per Adriano Olivetti. Si occupa di
teoria musicale ed etnomusicologia; il suo saggio
musicale più importante è La Serie degli
armonici
, in cui si pone il problema di rifondare
un linguaggio universale. Questa ricerca è la
base da cui muove la sua poesia, in una sperimentazione
che intende coniugare tradizione
e modernità. Il suo orizzonte intellettuale è europeo:
scrittrice unica per il suo plurilinguismo,
la Rosselli, oltre all’italiano, ha utilizzato inglese
e francese. Ha pubblicato Variazioni Belliche
(1964), Serie Ospedaliera (1969), Documento
(1976), Primi Scritti (1980), Impromptu (1981),
Appunti Sparsi e Persi (1983), Diario Ottuso
(1990), Sleep (1992).

Altri libri dello stesso autore

Amelia Rosselli