‘Andate tutti affanculo’: la playlist degli Zen Circus per il loro nuovo romanzo

di Redazione Libri Mondadori

Un romanzo anti-biografico con tutte le emozioni da cui è nata la musica degli Zen Circus


Andate tutti affanculo inizia con una corsa. Siamo nel corridoio dell'istituto tecnico commerciale Einaudi di Pisa e a sfrecciare è il giovane Andrea Appino che, inseguito da un gruppo di bulli, cerca di raggiungere la salvezza.
Non solo questa prima scena, ma tutto il libro si legge come una grande corsa verso la libertà, costante, sfrenata, ardita.


Scritto dagli Zen Circus, una delle più longeve e importanti band indipendenti italiane, insieme a Marco Amerighi, autore pisano che con il suo romanzo Le nostre ore contate ha vinto il premio Bagutta Opera Prima, è un romanzo anti-biografico.
Racconta il mondo degli Zen Circus senza essere una biografia, ci porta nella loro Pisa che è anche quella di tanti altri che a cavallo tra i due millenni sono cresciuti con la musica.
Realtà e finzione si rincorrono, si specchiano l'una nell'altra. Appino, Ufo e Karim prestano i nomi e la vita a questa storia di crescita e sfide personali.

 

 

Ascolta la playlist del romanzo creata dagli Zen Circus


45 tracce. Dai Nirvana agli Skiantos, dai Tre Allegri Ragazzi Morti a The Breeders. Ci sono libri da accompagnare con la musica per viverli al meglio, per emozionarsi di più.
E chi meglio degli Zen Circus poteva costruire un percorso in musica per entrare nel mondo di Andate tutti affanculo?

Andate tutti affanculo, dal titolo di uno dei più famosi album del gruppo, è un inno alla musica come passione trainante della vita, sin dal primo amore di Andrea per Kurt Cobain, quel ragazzo che indossa polverose All Star e che suona "come se volesse aprire a calci la porta della sua mente".
Come nelle scatole cinesi, ci sono canzoni contenute le une nelle altre, note e riff di chitarra che scandiscono una composizione fatta di occasioni, di vittorie e anche di errori e casini, perché soprattutto quelli fanno diventare grandi.

Ma è anche un inno alle tante prime volte della vita: la prima occupazione a scuola, la prima cotta, la prima sbronza, il primo album e il primo live con gli amici. Sono tutte raccontate attraverso le storie di un gruppo di ragazzi di provincia e delle loro famiglie non sempre convenzionali, ma anche con uno sguardo a un'Italia che cambia tra gli anni delle controculture, del berlusconismo, tra il G8 di Genova e l’11 settembre.
E con l'Italia che si trasforma, si ridefinisce anche il rapporto dei ragazzi con i genitori e con le regole costituite. Non si tratta solo di conflitto generazionale e di scontri sociali, è un romanzo che parla soprattutto di interiorità e crescita. 

Perché dopotutto la più grande delle controculture
è quella della ricerca della libertà. 


Gli Zen Circus e Marco Amerighi hanno presentato Andate tutti affanculo il 9 settembre a mezzanotte da Eataly, per una serata di musica e parole. Guarda le foto dell'evento su Repubblica Milano

Andate tutti affanculo

The Zen Circus, Marco Amerighi

Questo è un romanzo anti-biografico. Appino, Ufo e Karim - voce e chitarra, basso e batteria degli Zen Circus - prestano i nomi e la vita a una storia che potrebbe essere una delle loro canzoni. Realtà e finzione si rincorrono in questo rocambolesco romanzo che racconta la nascita di una famiglia disfunzionale, quella di un gruppo di ragazzi che attraverso la musica cercano di definire se ste...

Scopri di più