News

Le presentazioni natalizie de "La festa del ritorno" di Carmine Abate

Le presentazioni natalizie de "La festa del ritorno" di Carmine Abate

Carmine Abate presenterà La festa del ritorno in Trentino (il 18), a Sanremo (19) e a Milano (il 20).

Doppio appuntamento giovedì 18 dicembre:

* Alle ore 17 incontra i suoi lettori e firma le copie a Trento presso la Libreria Ancora, in via Santa Croce n. 35.

* Alle ore 18.30 presenta il suo romanzo a Rovereto, in via Giovanni A Prato 15, presso l'Associazione albanese "Beselidhja" in collaborazione con la libreria Mondadori, con musica dal vivo e degustazione della cucina tradizionale albanese. Coordina l'incontro Ierma Sega. L'ingresso è libero.

Venerdì 19 alle ore 17 a Sanremo, Casinò municipale, nell'ambito della rassegna "Un libro per Natale".

Sabato 20 alle ore 16.30 a Milano, presso la Libreria Lirus, Via Vitruvio 43 (a pochi passi dalla Stazione Centrale) per un incontro e una firma copie.

«Sembra che tutto nasca da quel fuoco crepitante e dallo sciame di scintille sollevate dal vento notturno» scrive il critico Alfonso Berardinelli a proposito della_ Festa del ritorno_. Ed è proprio così: in questo racconto di un padre e di un figlio Carmine Abate porta la temperatura della narrazione e quella della sua lingua a un punto di perfetta fusione, regalandoci un romanzo magico, sospeso tra il realismo di vite scandagliate nella loro quotidiana fatica e l'incanto che nasce dallo sguardo di un bambino.

Marco, il giovane protagonista di queste pagine, dà voce per noi alla meraviglia di crescere in una terra piena di profumi e sapori - la Calabria arbëreshe che è il nucleo immaginativo fondamentale della narrativa di Abate - e insieme racconta lo struggimento e la rabbia per la lontananza del padre emigrante. Saranno proprio le parole nate intorno al grande fuoco di Natale a suggellare un disvelamento del padre al figlio e del figlio al padre, in un passaggio del testimone tra generazioni che ha il passo epico di una grande favola iniziatica.

La lingua ricchissima che Abate intesse mescolando termini arbëreshë, dialetto, italiano, crepita in ogni pagina e riverbera emozioni di grande potenza. A dieci anni dalla sua prima edizione nella Piccola Biblioteca Oscar, con la quale vinse il premio selezione Campiello, ecco una nuova edizione di questo romanzo, che è una indimenticabile storia d'amore, un racconto di formazione e una preziosa testimonianza sulla nostra emigrazione.

I suoi libri, vincitori di numerosi premi, sono tradotti in Francia, Stati Uniti, Germania, Olanda, Grecia, Portogallo, Albania, Kosovo e in corso di pubblicazione in arabo e in giapponese.

Libri collegati

Commenti