News

Le foto de "Il giro del mondo" di Agatha Christie

Video Icon

Le foto de "Il giro del mondo" di Agatha Christie

Desideravo ardentemente vedere il mondo, e non credevo  che sarebbe mai successo davvero. Girare il mondo fu una delle cose più straordinarie che mi siano mai capitate.

Questa la frase che introduce Il giro del mondo, diario, finora inedito, in cui Agatha Christie racconta il suo viaggio nei territori dell’allora Impero britannico che ebbe inizio il 20 gennaio 1922, esattamente novant’anni fa.

Dunque questo libro raccoglie i momenti di meraviglia della regina del giallo e di suo marito Archie dinanzi a persone, paesaggi ed eventi del tutto nuovi che si manifestavano davanti ai loro occhi. Alcuni luoghi che videro, come le Cascate Vittoria, Table Mountain e il porto di Sydney, esistono ancora, benché abbiano subito dei cambiamenti inimmaginabili.

Che dire delle fotografie di Nima, come la chiama il nipote Mathew Prichard che ha avuto il compito di raccogliere tutte le testimonianze di questo straordinario viaggio?

Tralasciando la qualità rudimentale dell’attrezzatura (le rubarono la macchina fotografica in Sudafrica), le foto riescono a essere straordinariamente suggestive. Curiosando nei due album che ci ha lasciato, non si può fare a meno di ammirare la sua costanza: la macchina fotografica non deve aver mai lasciato il suo fianco.

Sempre dalle parole del nipote: «Forse è solo frutto della mia fantasia, ma mi ritrovo a pensare che per lei la fotografia fosse come la scrittura, anche se tramite un mezzo diverso: spontanea, diretta, ma con lampi di genio artistico. Qui di seguito faccio un elenco dei soggetti fotografati che mi hanno colpito di più – tutti molto diversi tra loro, eppure ognuno evocativo, a modo suo, del tempo e del luogo che immortala: gli alberi che vengono tagliati in Canada, il surf a Honolulu, la polizia di Suva, la più piccola raccoglitrice di cotone, i treni, Susan a Coochin Coochin e il “treno forestale”».

Non ci fornisce altri dettagli... ma ci invita a divertirci a trovarli da soli! Qui alcune foto tratte dal volume.

  • Agatha Cristie a bordo della Kildonan Castle
  • Agatha Cristie a bordo della Kildonan Castle

    Intraprendemmo il viaggio con grande euforia, ma il mio entusiasmo fu smorzato ben presto. Il tempo era orribile. A bordo della Kildonan Castle sembrava tutto perfetto fin quando non fu il mare a prendere il sopravvento. Per quattro giorni rimasi a letto, in preda al mal di mare. La mattina seguente Madera ci regalò un’alba raggiante e tanto sole, e il mare era una tavola.

  • Le Victoria Falls
  • Le Victoria Falls

    Victoria Falls Hotel - Qui è meraviglioso. Non riesco a sopportare l'idea di dovermene andare. Non solo per le Cascate Vittoria in sè, benché siano stupende, ma per il posto nel suo insieme. Niente strade, solo sentieri.

  • Agatha Christie alle Matopos da Bulawayo
  • Agatha Christie alle Matopos da Bulawayo

    Nella cinquantina di chilometri che separa le Matopos da Bulawayo, non c’è traccia di vita umana, fatta eccezione per una specie di hotel in cui abbiamo preso il tè. Quando Archie è andato a pagare, ha trovato il proprietario intento a zappare in giardino, con tutta la tranquillità del mondo.

  • Agatha Christie e gli hawaiani
  • Agatha Christie e gli hawaiani

    Gli hawaiani mi delusero un po’. Nelle mie fantasie erano fini creature di indicibile bellezza. Ma dovetti ricredermi. La prima cosa che mi lasciò perplessa fu l’odore pungente dell’olio di cocco che si spalmavano le ragazze. Non mi sarei mai aspettata nemmeno i pasti a base di spezzatino.

  • Agatha Christie fa surf
  • Agatha Christie fa surf

    Non posso dire che i primi quattro o cinque giorni di surf siano stati divertenti – era una faticaccia –, ma c’erano, di tanto in tanto, momenti di pura gioia... È uno dei piaceri fisici più totali che abbia mai provato.

  • Agatha Christie gioca a golf
  • Agatha Christie gioca a golf

    Il signor Luckie ha fatto in modo che divenissimo soci del circolo sportivo, che è nel bel mezzo delle colline, con un campo da golf e una villa bellissima, molto fresca, dove si può stare comodamente seduti in poltrona per tutto il giorno, se se ne ha voglia.

  • Le cartoline di Agatha Christie da Città del Capo
  • Le cartoline di Agatha Christie da Città del Capo

    Mount Nelson Hotel, Città del Capo. Cara mamma, ecco qualche istantanea che potrebbe piacerti – ho scritto sul retro dove sono state scattate. Vi penso così tanto, e mi preoccupo per voi, mia cara mamma. La tua affezionata Agatha

  • Fiume Russel, Queensland, Australia
  • Fiume Russel, Queensland, Australia

    Australia: - Il fiume Russel, a Babuda, nel Queensland. Solo una parte del viaggio fu in treno, il resto in macchina. Percorrendo quelle sconfinate praterie, con la linea dell'orizzonte rotta soltanto da radi mulini a vento, mi resi conto di quanto quei luoghi potessero risultare inquietanti...

  • Una scrittrice talentuosa
  • Una scrittrice talentuosa

    A talented writer - British Authoress in Wellington.

  • Agatha Christie
Libri collegati

Commenti