News

I nuovi thriller d'autore: il valore di un brivido

I nuovi thriller d'autore: il valore di un brivido

Da marzo la nuova serie che trasformerà i lettori più appassionati in lettori seriali.

VELOCI come una lama nel buio
AGILI come un killer spietato
AFFILATI come lo sguardo che inchioda il colpevole

Scopri i nuovi gialli e noir che coniugano la tensione dell'intreccio a un'ottima scrittura, a soli 15,90 euro.
Dalla provincia italiana più insospettabilmente inquietante ai grandi scenari della crime story internazionale, una serie di thriller d’autore ci regala il piacere di scoprire romanzi destinati a imprimersi nel nostro immaginario.

  • Massimo Donati, Diario di spezie

L’ingrediente segreto dell’odio e dell’amore è nascosto tra le righe di un “diario di spezie”...

Un famoso cuoco italiano noto per la sua passione per le spezie; un restauratore ambiguo e molto potente. E un ispettore belga, Philippe Garrant, ormai caduto in disgrazia per aver seguito, senza venirne a capo, il caso drammatico di un’organizzazione criminale che avrebbe fatto scomparire più di novemila bambini in trent’anni. Un viaggio attraverso l’Europa, il mondo dell’arte e le cene più raffinate, un uomo che ha perso tutto ma crede ancora nella giustizia, la radice del male che affonda nel sangue dei padri... Altissima tensione, ribaltamenti inattesi, psicologie inquietanti: dalla penna di un giovane sceneggiatore, un’opera prima di assoluta forza.

  • David Mark, Un rigido inverno

“Velocissimo, dettagliato, con una forte caratterizzazione e un accattivante protagonista: un esordio davvero promettente” The Guardian
“...un eccellente debutto di thriller poliziesco... l’essenza di david Mark, il nero inverno è iniziato...” The Times
Questo è il primo di una serie di thriller con protagonista il detective Aector McAvoy, un gigante buono e diverso dai soliti poliziotti che popolano le pagine dei thriller contemporanei, un uomo vero, con una moglie che adora e una chiara inclinazione a comprendere la natura delle persone. McAvoy vive e lavora alla Serious Crimes Unit di Hull, una cittadina dello Yorkshire affacciata sul mare, decadente e dall’atmosfera malinconica. Il detective deve indagare sull’atroce omicidio di una ragazzina in una chiesa locale. A questo crimine ne fa subito seguito un altro, questa volta la vittima è un uomo scampato al terribile incendio della sua abitazione. Anche se sembra non esserci un legame diretto tra queste due morti, McAvoy è convinto di essere sulle tracce di un serial killer che potrebbe colpire nuovamente da un momento all’altro.

  • Giuliano Pasini, Io sono lo straniero

“È nata una stella del thriller italiano.” Antonio D’Orrico
La morte inizia la sua vendemmia. Ma non sa che il commissario Serra è tornato.

Dopo il terribile inverno a Case Rosse, il commissario Roberto Serra ha deciso di lasciare l’appennino emiliano ed è stato trasferito nel profondo Veneto, in una cittadina pulitissima ma inquinata da una strisciante ipocrisia. Per questo ha scelto di abitare sui colli, in una stanza affittata dal proprietario di un ristorante rinomato quanto appartato, nella cui cucina può esercitare il suo talento gastronomico e la sua sapienza di sommelier. La fulva Alice Capelveneri è al suo fianco, ma la serenità ritrovata assume le tinte nebbiose dell’assenza di emozioni forti, a causa dei farmaci che Roberto assume per non sprofondare nelle sue visioni angosciose. Il giorno stesso in cui Alice lo lascia, Roberto riceve la visita di una ragazza eccentrica e disperata, che cerca di convincerlo a occuparsi del caso di una giovane slava scomparsa nel nulla. Per quanto Roberto punti i piedi, davanti a lui si delinea una scia di scomparse immotivate: tutte ragazze, tutte giovanissime e straniere. Forse per questo la Procura e la Polizia locali non hanno mai indagato sulla loro sparizione? Un thriller che mescola i profumi delle vigne venete con l’odore acre della paura e della menzogna.
“Se tu guarderai in un abisso, anche l’abisso vorrà guardare dentro di te”...

  • Stefano Brusadelli, I santi pericolosi

La prima indagine dell’ispettore Antonino Buonamore per le strade di una Roma vivissima eppure tremendamente nera.

Una serie di omicidi “anomali”, vittime anziane e sole. Un gruppo di sacerdoti testimoni di confessioni brucianti. E un ispettore malinconico ma cocciuto, che non abbandona l’indagine neppure quando viene rimosso dall’incarico. Perché il segreto della morte è nella vita, e la chiave del male a volte è nascosta tra le mani di chi dovrebbe predicare il bene...

  • Robert Pobi, Bloodman

“Pobi si afferma al suo esordio come abile narratore” Publisher weekly
“Un romanzo che tiene davvero col fiato sospeso” - O - The oprah winfrey magazine

Jake Cole, faccia da Charles Bronson e vita sofferta, è un agente speciale che lavora per l’FBI. La sua specialità è registrare ogni elemento sulla scena di un crimine e riuscire a immedesimarsi nel colpevole. Jake viene chiamato a Montauk, nel New England, perchè il padre, famoso pittore maledetto, ultraottantenne si è dato fuoco ed è in fin di vita. Jake non vede il padre da ben trent’anni, quando la madre era stata brutalmente assassinata, delitto rimasto insoluto, e lui era scappato di casa per non far più ritorno. Mentre la cittadina è in allarme rosso per l’avvicinarsi di un uragano di proporzioni mai viste, lo sceriffo chiede aiuto a Jake per far luce su un terribile duplice omicidio: una donna e un bambino sono stati ritrovati nelle vicinanze, scuoiati vivi e irriconoscibili. Nel vedere la scena del delitto Jake capisce che la mano dell’assassino è la stessa che ha colpito trent’anni prima sua madre. Ha così inizio la caccia all’assassino in un viaggio da incubo e terrore per Jake e per il lettore.

  • Luigi Carletti, Cadavere squisito

Niki Sadler, guru della pubblicità che svela il suo volto segreto, la splendida Dora, il commissario balbuziente Gennaro Falasco, l’anziana contessa alla ricerca del suo gatto perduto... Una galleria di personaggi drammatici e insieme gustosissimi. Un thriller di sapientissima fattura e grande eleganza: proprio come il “cadavere squisito”, tecnica artistica inventata dai surrealisti per dare vita a opere a più mani.

Libri collegati
I nuovi thriller d'autore

Commenti