News

9 gennaio 2014 ricordando Norberto Bobbio

9 gennaio 2014 ricordando Norberto Bobbio

Il 9 gennaio 2014 ricorre il decimo anniversario della morte di Norberto Bobbio (1909-2004), filosofo, storico, politologo, uno dei maggiori intellettuali e una delle personalità culturali più influenti dell’Italia del Novecento.

Torinese, cresciuto nell’ambiente culturale e ideale da cui uscirono anche gli amici e coetanei Piero Gobetti, Giulio Einaudi, Leone Ginzburg, Vittorio Foa e Cesare Pavese, dopo la militanza antifascista si dedicò all’attività accademica di docente di filosofia del diritto. Con i suoi oltre 4.700 scritti, il suo impegno civile e politico («compito degli uomini di cultura» sosteneva «è seminare dubbi, non già raccogliere certezze»), la partecipazione come senatore a sei legislature (nella sinistra non comunista), ha suscitato – e continua a suscitare – grandi dibattiti di ordine etico, politico, filosofico.

In un momento storico di grandi discussioni sulla laicità dello Stato, il Meridiano Etica e politica intende contribuire a promuovere la riflessione sul pensiero e la figura di Bobbio, nonché sul futuro della democrazia, della nostra cultura e della nostra civiltà. Libertà ed eguaglianza, democrazia e dittatura, pace e guerra, socialismo e comunismo, destra e sinistra: su questi temi si snodano gli scritti più significativi di un grande maestro del pensiero.

Il curatore del volume è Marco Revelli – storico, sociologo, professore antiaccademico e saggista – a cui si devono sia la selezione dei saggi sia la loro disposizione in un ordine logico e non cronologico. Revelli firma il saggio introduttivo, la dettagliata e ricca Cronologia e le Notizie sui testi che guidano il lettore nel labirinto delle edizioni degli scritti di Bobbio e mettono in relazione i testi presentati nel Meridiano con il resto della sua sterminata produzione.

Libri collegati

Commenti