• Superman è arabo
  • Il mondo, e soprattutto le donne che lo abitano, non ha bisogno di uomini d'acciaio. Ha bisogno di uomini veri. Non di Superman, ma di Clark Kent: timido, onesto, dolce, capace di riconoscere le proprie debolezze.
    Invece il modello che va per la maggiore è quello del macho indistruttibile, stile "lascia-fare-a-me-che-risolvo- io-la-situazione". E se questo è vero in Occidente, tanto più è valido per il mondo arabo: anzi, come si è accorta Joumana Haddad, Superman è arabo. Sostiene di salvare il mondo, ma in realtà è il mondo che deve essere salvato da lui. Che fare, allora? Joumana usa l'unico superpotere di cui dispone, il ...

  • Continua +
1212 114 2270

Autore

  • Joumana Haddad
  • Joumana Haddad

  • Joumana Haddad (Beirut 1970) è scrittrice, poetessa, traduttrice e giornalista. Responsabile delle pagine culturali del quotidiano «An Nahar», ha fondato la rivista «Jasad». Insegna all'Università Libano-Americana di Beirut. Per il suo In compagnia dei ladri del fuoco (2006) ha intervistato, tra gli altri, scrittori quali Roberto Saviano, Umberto Eco, Paul Auster, Yves Bonnefoy, Peter Handke e Elfriede Jelinek. Premio Blue Metropolis per la letteratura araba nel 2010, in Italia ha pubblicato Adrenalina (2009), Il ritorno di Lilith (2009), Ho ucciso Shahrazad (2011), Le sette vite di Luca (2011); suoi scritti sono apparsi inoltre nelle antologie Non ho peccato abbastanza (2005) e Parola di donna, corpo di donna (2006).

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere