• Stalin
  • Per un quarto di secolo (1929-1953) Iosif Stalin è stato il padrone assoluto dell'Unione Sovietica. Dall'ufficio al Cremlino, o dalle dacie fuori Mosca dove spesso risiedeva, il dittatore gestiva con pugno di ferro ogni aspetto della vita sociale, sulla base di un'interpretazione estremistica e ultrasemplificata del marxismo. Ossessionato dall'idea di «nemici interni» pronti a tradirlo, Stalin instaurò un regime di terrore che non permise mai a nessuno dei suoi sudditi di sentirsi al sicuro. Si calcola che ben 60 milioni di persone incolpevoli abbiano subìto i tragici effetti della discriminazione e repressione, fino alla pena capitale....

  • Continua +
268 78311

Autore

  • Oleg V. Chlevnjuk
  • Oleg V. Chlevnjuk

  • Oleg V. Chlevnjuk è ricercatore presso il Centro internazionale per la storia e la sociologia della seconda guerra mondiale e le sue conseguenze della Higher School of Economics e direttore di ricerca presso l'Archivio di Stato della Federazione Russa.
    Studioso di storia sovietica e curatore di varie raccolte di corrispondenza staliniana, è autore di numerosi libri, tra i quali ricordiamo: Stalin e la società sovietica negli anni del terrore (1997) e Storia del Gulag. Dalla collettivizzazione al Grande terrore (2006).

Commenti

Altre edizioni
Dello stesso genere