• Satyricon 2.0
  • Un professore di Lettere rilegge ogni anno i classici per i suoi studenti, e viene il giorno in cui gli appare lampante che uno di quei libri rivela in filigrana una storia più attuale che mai: i protagonisti del Satyricon di Petronio non sono imbranati eterni studenti ma due intellettuali raffinati - il meglio che la cultura del loro tempo produce - e il liberto Trimalchio non è solo un supercafone degno dei nostri peggiori rotocalchi, ma un individuo incapace di darsi ragione del fatto che la cultura non voglia adattarsi alla sua superficialità e mancanza di finezza: tutto il resto se lo può comprare, perché la cultura no? E questi gio...

  • Continua +
1181 122 3407

Autore

  • Gian Mario Villalta
  • Gian Mario Villalta

  • Gian Mario Villalta (Pordenone, 1959) ha esordito come poeta, presentato da Antonio Porta su 'Alfabeta' nel 1986. Tra le sue raccolte di poesie: Vedere al buio (Luca Sossella, 2007) e, per la collana 'Lo Specchio', Vanità della mente (premio Viareggio). Altrettanto intensa la sua attività di studioso e di critico.
    Con Stefano Dal Bianco ha curato il Meridiano Le poesie e prose scelte di Andrea Zanzotto. Ha pubblicato per Mondadori i romanzi Tuo figlio (2004), Vita della mia vita (2006), Alla fine di un'infanzia felice (2013) e il saggio Padroni a casa nostra (2009). È direttore artistico del festival Pordenonelegge.

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere