• Nanà
  • Nanà, nona opera del ciclo dei Rougon-Macquart, fu pubblicato da Zola, caposcuola del Naturalismo francese, nel 1880, un decennio dopo la disfatta di Sédan ad opera dei prussiani. Un drammatico evento della storia di Francia che nel romanzo si pone come termine estremo della rovina di un intero corpo sociale, il cosidetto grand-monde, cieca vittima dei propri desideri distruttivi di sesso e di guerra, di un flagello morale intensamente simboleggiato da Nanà. Nata nei sobborghi parigini, Anna Coupeau, con il vezzeggiativo di Nanà diventa la ragazza di tutti, l'idolo delle folle, un'affascinante attrice di varietà sfruttata da avidi impres...

  • Continua +
1196 122 3506

Autore

  • Émile Zola
  • Émile Zola

  • Émile Zola (1840-1902), caposcuola del naturalismo francese, fu al centro di numerose polemiche artistiche (ad esempio, si schierò a favore degli impressionisti) e, nel famoso affaire, col suo J'accuse difese Dreyfus denunciando il complotto militarista reazionario e antisemita. Il ciclo dei Rougon-Macquart - avviato nel 1871 e concluso, dopo venti romanzi, nel 1893 - prende in esame tutti gli strati della società attraverso le vicende di personaggi appartenenti allo stesso ceppo familiare, ineluttabilmente condizionati da malattie e vizi ereditari, nonché, spesso, da condizioni sociali degradanti. L'assunto un po' schematico, che assomma determinismo e teorie dell'ereditarietà, è superato dalla capacità dello scrittore di condensare in personaggi e immagini memorabili le contraddizioni della modernità.

Commenti

Dello stesso autore
Dello stesso genere