• "Il colpo di stato bolscevico, la guerra civile, il marito che raggiunge il Don per unirsi all'esercito dei Volontari Bianchi, la miseria, le stanze di cui non si chiudono mai le porte perché non c'è più nulla da rubare, il gelo, i mobili fatti a pezzi e gettati nella stufa, la morte per fame e stenti della piccola Irina, l'emigrazione (in Cecoslovacchia, poi in Francia), l'incomprensione - dopo l'iniziale successo - del pubblico émigré, ancora miseria, gli abiti di seconda mano, le scarpe sfondate, i capelli tagliati con le forbici da cucina, le verdure raccolte tra gli avanzi dei mercati, i "no" delle riviste e delle ca...

  • Continua +
15997 116 3150

Autore

Commenti

Dello stesso genere