• Mar Bianco
  • "All'inizio c'è una macchia nerastra oblunga che si muove. Bisogna aspettare qualche secondo: un lampo bianco, una scossa della macchina da presa, e la pellicola diventa più nitida." La macchia è una lunga fila di prigionieri, sorvegliati da una squadra di guardie armate; il filmato è un documentario degli anni Venti su uno dei primi gulag sovietici nelle isole Solovki, un arcipelago del Mar Bianco, nel nord della Russia. Un secolo dopo, tre amici fiorentini – non più giovani ma non ancora veramente adulti – partono per le Solovki per lavorare al restauro di un antico monastero ortodosso. Pochi giorni dopo spariscono senza ...

  • Continua +
267 119 63931

Autore

  • Claudio Giunta
  • Claudio Giunta

  • Claudio Giunta insegna Letteratura italiana all'Università di Trento. Come studioso, ha scritto soprattutto di letteratura del Medioevo, commentando tra l'altro le Rime di Dante per i Meridiani Mondadori (2011). Come non-studioso, si occupa dei problemi della scuola e dell'università e scrive racconti di viaggio (Il paese più stupido del mondo, il Mulino, 2010; Tutta la solitudine che meritate. Viaggio in Islanda, Quodlibet-Humboldt, 2014) e saggi sull'Italia (Come si diventa "Michelangelo", Donzelli, 2011; Una sterminata domenica. Saggi sul Paese che amo, il Mulino, 2013; Essere #matteorenzi, il Mulino, 2015). Collabora regolarmente a "Internazionale" e al "Sole 24 Ore".

Commenti

Dello stesso genere