• Leopardi
  • Al principio della sua vita Giacomo Leopardi è felice. Poi l'infelicità piomba su di lui. Giacomo non sente più né la natura né la bellezza; il sentimento, l'entusiasmo si dileguano; l'infelicità umana è irrimediabile. Pietro Citati ci conduce attraverso la vita di Leopardi fino al cuore segreto della sua opera: immedesimandosi in lui, segue ogni minimo impulso del testo, e riesce a creare una nuova opera, vibrante e appassionata.

114 1788

Autore

  • Pietro Citati
  • Pietro Citati

  • Pietro Citati ha scritto: Goethe (Mondadori 1970; Adelphi 1990); II tè del cappellaio matto (Mondadori 1972; Adelphi 2013); Immagini di Alessandro Manzoni (Mondadori 1973; col titolo La collina di Brusuglio, Oscar Mondadori 1997); Alessandro (Rizzoli 1974; col titolo Alessandro Magno, Adelphi 2004); La primavera di Cosroe (Rizzoli 1977; Adelphi 2006); Vita breve di Katherine Mansfield (Rizzoli 1980; Adelphi 2014); Il migliore dei mondi impossibili (Rizzoli 1982); Tolstoj (Longanesi 1983; Adelphi 1996); Il sogno della camera rossa (Rizzoli 1986); Kafka (Rizzoli 1987; Adelphi 2007); Storia prima felice, poi dolentissima e funesta (Rizzoli 1989; Oscar Mondadori 2002); Ritratti di donne (Rizzoli 1992); La colomba pugnalata (Mondadori 1995; Adelphi 2008); La luce della notte (Mondadori 1996; Adelphi 2001); L'armonia del mondo (Rizzoli 1998); Il Male Assoluto (Mondadori 2000; Adelphi 2013); La mente colorata (Mondadori 2002); Israele e l'Islam (Mondadori 2003); La civiltà letteraria europea (Mondadori 2005); La morte della farfalla (Mondadori 2006); La malattia dell'infinito (Mondadori 2008); Leopardi (Mondadori 2010); Elogio del pomodoro (Mondadori 2011); Il Don Chisciotte (Mondadori 2013); I Vangeli (Mondadori 2014).

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere