• La nuova geografia del lavoro
  • Negli Stati Uniti l'economia postindustriale, basata sul sapere e sull'innovazione, sta cambiando profondamente il mercato del lavoro, creando enormi disparità geografiche. Per alcune regioni e città, infatti, la globalizzazione e la diffusione di nuove tecnologie vogliono dire aumenti nella domanda di lavoro, più produttività, più occupazione e redditi più alti. Per altre, chiusura di fabbriche, disoccupazione e salari sempre più bassi. Di questa «nuova geografia del lavoro» che sta investendo anche l'Europa Enrico Moretti traccia una mappa dettagliata e scopre che ogni posto di lavoro creato in centri di eccellenza dell'innovazione...

  • Continua +
1215 125 30407

Autore

  • Enrico Moretti
  • Enrico Moretti

  • Enrico Moretti, docente di economia all'Università della California a Berkeley, ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui, nel 2006, lo Young Labor Economist Award dall'istituto di ricerca tedesco Iza e, nel 2008, la medaglia Carlo Alberto, premio assegnato ogni anno a un economista italiano under 40. Consulente molto ascoltato da Barack Obama, suoi interventi sono spesso ospitati sulle pagine di importanti giornali americani, come il "New York Times" e il "Wall Street Journal". La nuova geografia del lavoro è stato riconosciuto da "Forbes" come il più importante libro di economia dell'anno.

Commenti

Altre edizioni
Dello stesso genere