• La mia isola è Las Vegas
  • Vincenzo Consolo è stato una delle voci più originali e autorevoli della cultura italiana negli ultimi decenni. Le sue "narrazioni", che rifiutano la forma standard del romanzo e la lingua vuota del nostro tempo, sono lette, ammirate e studiate in Europa e nel mondo. Come i suoi maestri Vittorini e Sciascia, Consolo si è dedicato a un'instancabile attività militante, su quotidiani e periodici. Questo volume raccoglie cinquantadue brevi scritti, tra cui alcuni preziosi inediti, racconti - come li definiva l'autore - che coprono un arco di più di cinquant'anni, ripercorrendo il suo itinerario di scrittore e toccando tutti i temi...

  • Continua +
1181 122 1838

Autore

  • Vincenzo Consolo
  • Vincenzo Consolo

  • Vincenzo Consolo (Sant'Agata di Militello, 1933) vive e lavora a Milano dal 1968. Romanziere e saggista di fama internazionale, ha esordito nel 1963 con La ferita dell'aprile, edito da Mondadori, ma si è pienamente rivelato nel 1976 con Il sorriso dell'ignoto marinaio, edito da Einaudi. Nella sua lunga carriera Vincenzo Consolo ha ricevuto i più prestigiosi letterari tra cui il premio Pirandello nel 1985 per Lunaria; il Premio Grinzane Cavour nel 1988 per Retablo; il premio Strega nel 1992 per Nottetempo, casa per casa e il premio Internazionale Unione Latina nel 1994 per L'olivo e l'olivastro. Nel 2006, presso l'università di Toronto, è stata pubblicata un'antologia dei suoi saggi Reading and Writing the Mediterranean.

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere