• La mano di Dio
  • Il 29 giugno 1986 Diego Armando Maradona, capitano e giocatore simbolo dell'Argentina, alzava al cielo di Città del Messico la Coppa del Mondo, toccando il punto più alto della sua luminosissima carriera. E vi arrivava dopo aver scritto, in quel Mondiale, alcune delle pagine più belle della storia del calcio, tra cui l'indimenticabile «partita delle partite», il quarto di finale con l'Inghilterra, i 90 minuti in cui è condensato tutto Maradona. Dall'irriverenza del gol di mano, mai rinnegato e anzi giustificato da un intervento soprannaturale, la «mano de Dios», alla sapienza calcistica elevata alla massima potenza in quello che è u...

  • Continua +
81 109 81921-81905

Autore

  • Diego Armando Maradona
  • Diego Armando Maradona

  • Diego Armando Maradona inizia a giocare a calcio all'età di nove anni e si impone presto come un autentico fuoriclasse. La svolta della sua vita calcistica avviene però nel 1984, quando firma il contratto con il Napoli. Diego diventerà il vero idolo della città, conquistando con la maglia partenopea due scudetti, una Coppa Uefa, una Coppa Italia, e una Supercoppa italiana. Nel frattempo trascina la Nazionale argentina alla vittoria nei Mondiali del 1986 in Messico. Negli anni Novanta la sua stella comincia a declinare: nel 1991, al termine di una partita del campionato italiano, risulta positivo al test antidoping. Stesso esito ha un controllo effettuato nel giugno 1994 al Mondiale negli Stati Uniti, che gli costa la cacciata dalla manifestazione. Diego si ritira dal calcio il 30 ottobre 1997, giorno del suo trentasettesimo compleanno.

Autore

Commenti

Altre edizioni
Dello stesso genere