• La grande sera
  • Un pomeriggio di giugno, in una metropoli, un professionista sparisce senza lasciare tracce, gettando nell'angoscia le persone a lui care. Prende così avvio un coinvolgente romanzo, che non è solo la ricostruzione indiretta dello scomparso, probabilmente fuggito per iniziare una nuova vita, ma soprattutto la storia degli "altri", che reagiscono in modi vitali e imprevedibili a questo evento inesplicabile.
    Pubblicato nel 1989 e premiato con lo Strega, La grande sera segna per Pontiggia un ritorno forte alla sperimentazione; un'opera di largo respiro compositivo dalla struttura innovativa, quasi una giostra nella quale si incontra ...

  • Continua +
1198 122 2951

Autore

  • Giuseppe Pontiggia
  • Giuseppe Pontiggia

  • Giuseppe Pontiggia (Como 1934 - Milano 2003), milanese d'adozione, ha preso parte fin dalla fondazione nel 1956 alla redazione del «Verri» che pubblica, nel 1959, La morte in banca, insieme a cinque racconti. Dopo L'arte della fuga (1968) si afferma come romanziere con Il giocatore invisibile (1978) e Il raggio d'ombra (1983). A raccolte di saggi di brillante scrittura, Il giardino delle Esperidi (1984), Le sabbie immobili (1991), L'isola volante (1996), I contemporanei del futuro (1998) e Prima persona (2002), alterna grandi successi nella narrativa: La grande sera (1989, premio Strega), Vite di uomini non illustri (1993, premio SuperFlaiano), Nati due volte (2000, premio Campiello e Pen Club). Le sue opere principali, tradotte nei più importanti paesi, sono nella collezione Oscar.

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere