• La cortina di ferro
  • Alla fine della seconda guerra mondiale l'Unione Sovietica si trovò a controllare gran parte dell'Europa orientale, e i suoi leader, che avevano instaurato con pugno di ferro nelle varie regioni dell'ex impero zarista un regime totalitario, non esitarono a imporlo anche ai paesi europei caduti sotto la loro occupazione. Così il tallone sovietico subentrò a quello nazifascista, e in un arco di tempo straordinariamente breve l'Est europeo venne isolato dietro una «cortina di ferro» in un senso ben più che metaforico: a separarlo dall'Occidente erano barriere e recinzioni di filo spinato sorvegliate da uomini armati. E nel 1961, l'anno in...

  • Continua +
268 114 1402

Autore

  • Anne Applebaum
  • Anne Applebaum

  • Anne Applebaum, giornalista e saggista statunitense naturalizzata polacca, collabora con «The Washington Post» e «Slate», ed è direttrice del dipartimento di Studi politici presso il Legatum Institute di Londra. Da Mondadori ha pubblicato Gulag. Storia dei campi di concentramento sovietici (2004), che le è valso il premio Pulitzer per la non fiction.

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere