• La civiltà dell'empatia
  • Per secoli filosofi, scienziati, psicologi ed economisti hanno contribuito a diffondere l'idea che l'essere umano sia per natura aggressivo e utilitarista.
    Ma negli ultimi decenni alcune scoperte nel campo della biologia e delle neuroscienze hanno dimostrato, al contrario, che uomini e donne manifestano fin dalla più tenera età la capacità di relazionarsi con gli altri in maniera empatica. Alla luce di questo nuovo approccio, Jeremy Rifkin propone una radicale rilettura del corso degli eventi umani: se nel mondo agricolo la coscienza era governata dalla fede e in quello industriale dalla ragione, con la globalizzazione e la transizione all...

  • Continua +
1193 114 3028

Autore

  • Jeremy Rifkin
  • Jeremy Rifkin

  • Jeremy Rifkin, uno dei più brillanti pensatori del nostro tempo, è consulente dell'Unione europea e di leader di vari paesi del mondo. Tiene inoltre lezioni all'Executive Education Program della Wharton School, presso la University of Pennsylvania, sul rapporto fra l'evoluzione della scienza e della tecnologia e lo sviluppo economico, l'ambiente e la cultura. Fra i suoi libri tradotti in italiano, ricordiamo:La fine del lavoro (Baldini&Castoldi 1995), Il secolo biotech (Baldini&Castoldi 1998) e, per Mondadori, Entropia (1982), L'era dell'accesso (2000), Ecocidio (2001), Economia all'idrogeno (2002), Il Sogno europeo (2004), La civiltà dell'empatia (2010) e La Terza rivoluzione industriale (2011).

Commenti

Jeremy Rifkin, "La civiltà dell'empatia"

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere