• L'Italia abusiva
  • «"Questa è l'Italia, prendere o lasciare" dicono in molti. Ma io non ci sto. Io non voglio vivere in un'Italia dove un raffreddore dura più di uno stipendio. Infatti, un raffreddore lo puoi tenere addosso anche per un mese, mentre i soldi addosso ti durano al massimo tre giorni. Io non voglio vivere in un'Italia dove c'è sempre incertezza economica. Prima andavi a fare un prelievo in banca e ti mettevi paura che ti facevano una rapina e non ti portavi niente a casa. Mo' se vai a fare un prelievo in banca e non fai tu stesso una rapina, di sicuro non ti porti niente a casa. Io non voglio vivere in un'Italia dove vogliono nasconde...

  • Continua +
1193 92 3188

Autore

  • Alessandro Siani
  • Alessandro Siani

  • Alessandro Siani (Napoli, 1975) è attore comico, sceneggiatore e regista. Ha sbancato i botteghini con Benvenuti al Sud, Benvenuti al Nord, Il principe abusivo e Si accettano miracoli. Per quest'ultimo film si è classificato al primo posto nella Power List 2015 del cinema italiano. Ha collezionato sei Biglietti d'Oro, riconoscimento assegnato ogni anno ai film con maggior numero di spettatori. Riempie i teatri italiani con i suoi show. I suoi libri sono diventati bestseller. Sta per esordire come produttore cinematografico con il film Troppo napoletano, storia di un bambino del quartiere Sanità che si innamora di una bambina "altolocata" di Posillipo. Con Mondadori ha pubblicato Non si direbbe che sei napoletano (2011) e L'Italia abusiva (2013).

Commenti

Alessandro Siani, "L'Italia abusiva"

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere