• Il secondo libro dei robot
  • Dopo la celeberrima antologia Io, robot del 1950, cardine della storia della fantascienza del Novecento, Isaac Asimov pubblicò una seconda raccolta di racconti dedicati al mondo delle intelligenze artificiali, tema che ha sempre stimolato felicemente la sua fantasia.
    Fondati su un'accuratissima base scientifica, i racconti di Asimov vivono di una sottile ironia, ma anche di un'acuta analisi del progresso tecnologico di cui l'autore, pur affascinato, non esita a mostrare l'inquietante rovescio. Protagonisti sono ancora una volta quei "mostri" di metallo così simili all'uomo grazie ai quali il più prolifico e famoso scrittore di ...

  • Continua +
1193 1421

Autore

  • Isaac Asimov
  • Isaac Asimov

  • Isaac Asimov, nato in Russia nel 1920, ha sempre vissuto negli Stati Uniti fino al 1992, anno della sua morte. È autore di libri famosissimi raggruppati in tre cicli: i romanzi dell'Impero (Paria dei cieli, Stelle come polvere, Le correnti dello spazio), i romanzi della Fondazione (Preludio alla Fondazione, Fondazione anno zero, Cronache della galassia, Il crollo della galassia centrale, L'altra faccia della spirale, Fondazione e Terra) e quelli dei Robot (Abissi d'acciaio, Il sole nudo, I robot dell'alba e I robot e l'Impero, romanzo in cui i vari cicli convergono). Ha pubblicato i romanzi autonomi Viaggio allucinante, Destinazione cervello, Neanche gli dèi e Nemesis. L'autobiografia è in due volumi: In Memory Yet Green e Joy Still Felt, solo il primo dei quali tradotto in italiano con il titolo di Io, Asimov. Asimov è celebre anche per i suoi moltissimi saggi di divulgazione tra cui Il corpo umano.

Commenti

Dello stesso autore