• Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler (tit. provv.)
  • Più pop di Andy Warhol, più eccentrico di Salvador Dalí, più geniale di Marcel Duchamp, Max Fontana, "il più grande artista del mondo" secondo alcuni critici, arriva al successo per caso, a quarant'anni, con un gesto casuale, proprio il giorno in cui aveva deciso di togliersi la vita sentendosi un fallito.
    Da quel momento si trasforma: capelli verdi dal taglio hitleriano (ma "spettinati alla Jack Nicholson"), cappotto stile nazi, Nike Shox ai piedi, non c'è colpo che non mandi a segno. Ogni sua opera scandalizza, sconcerta, fa scalpore, fa inorridire. Inavvicinabile come una rockstar, capriccioso come una diva di H...

  • Continua +
267 122 2858

Autore

  • Massimiliano Parente
  • Massimiliano Parente

  • Massimiliano Parente è nato a Grosseto nel 1970 e vive a Roma. Ha pubblicato i romanzi: Incantata o no che fosse (ES 1998), Mamma (Castelvecchi 2000), Canto della caduta (ES 2003), La macinatrice (Pequod 2005), Contronatura (Bompiani 2008), L'inumano (Mondadori 2012), Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler (Mondadori 2014), il saggio sulla Recherche di Marcel Proust L'evidenza della cosa terribile (Cooper 2010) e il pamphlet La casta dei radical chic (Newton Compton Editori 2010). Collabora in esclusiva con «Il Giornale».

Commenti

Massimiliano Parente racconta "Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler" in 30 secondi

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere