• Il lavoro ritrovato
  • «Giù le mani dall'articolo 18!» si gridava, nelle piazze e non solo. Poi, quando si è capito che quella norma poteva essere davvero mandata in soffitta, la tensione è arrivata al calor bianco. Eppure tutti sanno che il sistema di protezione di cui l'articolo 18 è la chiave di volta, quello che oggi chiamiamo job property, è nato mezzo secolo fa, nel lontano 1970: da allora tutto, o quasi, è cambiato. Cinquant'anni fa non c'erano ancora i computer, non esisteva Internet, ma neppure fax e fotocopiatrici. Esisteva, invece, il «posto fisso»: si entrava in azienda a 16 anni per rimanerci fino alla pensione, fabbricando sempre gli stessi ...

  • Continua +
1167 112 2356

Autore

  • Pietro Ichino
  • Pietro Ichino

  • Pietro Ichino(Milano 1949) è stato dirigente sindacale della Fiom-Cgil, responsabile del Coordinamento servizi legali della Camera del Lavoro di Milano, deputato nel Parlamento italiano nelle file del Pci nell'ottava legislatura. Professore di diritto del lavoro all'Università Statale di Milano, editorialista del «Corriere della Sera», è oggi senatore del Pd. Nel 2009 gli è stato assegnato l'Oscar del «Riformista» per il miglior parlamentare dell'anno. Ha scritto numerosi libri in materia di lavoro: Diritto del lavoro per i lavoratori (De Donato 1975-77), Il collocamento impossibile (De Donato 1982), Il tempo della prestazione nel rapporto di lavoro (Giuffrè 1984-85), Subordinazione e autonomia nel diritto del lavoro (Giuffrè 1989), un trattato in tre volumi su Il contratto di lavoro (Giuffrè 2000-2003) e ha curato il volume Il diritto del lavoro nell'Italia repubblicana. Teorie e vicende dei giuslavoristi dalla Liberazione al nuovo secolo (Giuffrè 2008). Per Mondadori ha pubblicato Il lavoro e il mercato (1996), A che cosa serve il sindacato? (2005), I nullafacenti (2006), Inchiesta sul lavoro (2012), Il lavoro spiegato ai ragazzi (2013).
    www.pietroichino.it

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere