• 17 febbraio 1600: in Campo de' Fiori, a Roma, un eretico viene arso vivo. Già lambito dalle fiamme del rogo, distoglie con disprezzo il volto dal crocifisso che i confortatori dell'Arciconfraternita di san Giovanni Decollato ostinatamente gli porgono. Quell'eretico è il filosofo Giordano Bruno.
    Il cammino che lo conduce sul rogo ha avuto inizio a Nola, dove è nato nel 1548. Diciassettenne, entra nel convento di San Domenico a Napoli e appena un anno dopo subisce un primo procedimento disciplinare - poi bloccato - per aver gettato via e irriso alcune immagini di santi. Incapace però di controllarsi e di tacere, dichiara esplicitamente la ...

  • Continua +
15997 125 1784

Autore

  • Michele Ciliberto
  • Michele Ciliberto

  • Michele Ciliberto è uno dei maggiori studiosi e docenti di Storia della Filosofia del Rinascimento e di Giordano Bruno in particolare, su cui ha scritto diversi volumi e di cui ha curato l'edizione dei "Dialoghi filosofici italiani" per i Meridiani e delle "Opere magiche" per Adelphi. Propone ora di questo affascinante personaggio una nuova biografia, fondata da una parte sulle sue dichiarazioni processuali , in cui egli ricostruì le varie tappe della propria vita presentandone anche il vissuto quotidiano, e specularmente sulle acquisizioni più persuasive della storiografia riguardanti l'esperienza esistenziale e intellettuale di Bruno, così da offrire di lui un ritratto "a tutto tondo" che ne metta in luce l'intera e complessa personalità. Una scrittura assolutamente rigorosa dal punto di vista intellettuale e critico, ma anche estremamente comunicativa, può assicurare a questo volume, che colloca l'esperienza di Bruno nel contesto della storia europea del secondo Cinquecento, largo successo anche fuori d'Italia.

Commenti

Dello stesso genere