• Eneide
  • Virgilio scrisse il suo capolavoro, l'Eneide, tra il 29 e il 19 a.C. per rendere poetico omaggio all'imperatore Augusto e soprattutto alla sua città, Roma, magnifica e florida nell'era della pax augustea, ma nata dalle ceneri della guerra di Troia. Una grandezza costruita quindi con il ferro, il fuoco, il sangue, le lacrime di nostalgia, dolore, rabbia e amore di un esule. Magnifico racconto pieno di avventure e di intense emozioni, il poema virgiliano è la matrice di tutta la moderna letteratura e insieme paradigma della forza e della debolezza del genere umano.

123 3412

Autore

  • Virgilio
  • Virgilio

  • Mantova 70 - Brindisi 19 a.C. Sommo poeta della latinità, legato al circolo di Mecenate e all'ambiente augusteo, ha scritto le Bucoliche, le Georgiche e l'Eneide.

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere